Vai al contenuto

Curiosità sullo staff di Everyeye.domanda rivolta principalmente allo staff di everyeye.

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 4 risposte

#1
Guest_Sambukan MolinarineYe

Guest_Sambukan MolinarineYe
  • Gruppo: Ospiti
Salve ragazzi... Scusate in primis per questo topic un po' più insolito. Scusati pure nel caso in cui abbia sbagliato zona per postare, al dire il vero non so quale possa essere la zona migliore.

Noi siamo tutti appassionati di videogiochi, per noi giocare è ovviamente un piacere, oltre che un hobby. Ma volevo sapere come vive questa passione un recensore di un sito di videogiochi. Mi spiego meglio, nella mia IMMENSA ignoranza, mi immagino i recensori (passatemi pure un termine migliore) come delle felicissime creature pagate per giocare. Ovviamente questa è una immagine molto fantasy, visto che "lavoro" è quasi sempre sinonimo di "non tutte rose e fiori".
Tanto per sfatare questo mito (sicuramente mio e forse anche di altri, non so) potete descrivere più o meno quali sono gli alti e i bassi di coloro che lavora per siti o riviste ludiche?

Più che altro è una mia curiosità, nulla di più! :sisi:

#2
*Leon*

*Leon*
  • Surprise yourself!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31455
Bè sicuramente sapranno risponderti meglio i principali recensori, Fossetti e Vanon ad esempio.
Io sono stato recensore di seconda (ma anche terza) fascia per un periodo. Posso dire che l'unico contro è che magari nei periodi affollati non puoi goderti i grandi capolavori con calma, perchè devi finirli velocemente (ma non superficialmente) per scrivere la recensione e ripartire subito con l'altro titolo.L'altra cosa brutta è quando ti capita un gioco schifoso, io ho per esempio recensito qui su EE "le avventure di Aragorn" per Ps3, che mi ha fatto davvero cascare le braccia. XD
In grandi redazioni come quella di EE i lavori si dividono tra più recensori tutti bravissimi quindi è un'evenienza rara quella dello "stress" da affollamento ma comunque possibile.

#3
Cocò

Cocò
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1099

Salve ragazzi... Scusate in primis per questo topic un po' più insolito. Scusati pure nel caso in cui abbia sbagliato zona per postare, al dire il vero non so quale possa essere la zona migliore.

Noi siamo tutti appassionati di videogiochi, per noi giocare è ovviamente un piacere, oltre che un hobby. Ma volevo sapere come vive questa passione un recensore di un sito di videogiochi. Mi spiego meglio, nella mia IMMENSA ignoranza, mi immagino i recensori (passatemi pure un termine migliore) come delle felicissime creature pagate per giocare. Ovviamente questa è una immagine molto fantasy, visto che "lavoro" è quasi sempre sinonimo di "non tutte rose e fiori".
Tanto per sfatare questo mito (sicuramente mio e forse anche di altri, non so) potete descrivere più o meno quali sono gli alti e i bassi di coloro che lavora per siti o riviste ludiche?

Più che altro è una mia curiosità, nulla di più! :sisi:


Ciao, ti rispondo volentieri anche se quello che faccio io non è espressione delle mansioni di tutta la redazione.Attualmente sto ancora studiando all'università, quindi il mio contributo a Everyeye è saltuario. Qualche anteprima, qualche hands on da eventi, qualche recensione e così via. Mi piace scrivere e mi piacciono i videogiochi, quindi lo affronto in alcuni casi come un passatempo più che un vero e proprio lavoro.Diciamo solo che lo stress c'è in alcuni casi. Per quanto mi riguarda recensire un titolo richiede di giocare molte ore al giorno per consegnare la recensione appena possibile; spesso le date degli embarghi sono assassine perchè troppo vicine alla data di ricevimento del gioco e così via.Altre volte il problema è quello della pagina bianca: devi assolutamente scrivere un articolo, ma proprio sei scazzato e non ti escono i termini o non riesci a tradurre in frasi quello che hai in mente. Io di solito combatto questa evenienza accendendo una console e giocando a qualcosa di veloce...Non parliamo infine delle fiere: poco sonno, articoli scritti a notte fonda e tanto caffè.

#4
Guest_Sambukan MolinarineYe

Guest_Sambukan MolinarineYe
  • Gruppo: Ospiti

Ciao, ti rispondo volentieri anche se quello che faccio io non è espressione delle mansioni di tutta la redazione.Attualmente sto ancora studiando all'università, quindi il mio contributo a Everyeye è saltuario. Qualche anteprima, qualche hands on da eventi, qualche recensione e così via. Mi piace scrivere e mi piacciono i videogiochi, quindi lo affronto in alcuni casi come un passatempo più che un vero e proprio lavoro.Diciamo solo che lo stress c'è in alcuni casi. Per quanto mi riguarda recensire un titolo richiede di giocare molte ore al giorno per consegnare la recensione appena possibile; spesso le date degli embarghi sono assassine perchè troppo vicine alla data di ricevimento del gioco e così via.Altre volte il problema è quello della pagina bianca: devi assolutamente scrivere un articolo, ma proprio sei scazzato e non ti escono i termini o non riesci a tradurre in frasi quello che hai in mente. Io di solito combatto questa evenienza accendendo una console e giocando a qualcosa di veloce...Non parliamo infine delle fiere: poco sonno, articoli scritti a notte fonda e tanto caffè.


Accidenti. Grazie mille per le risposte a entrambi. E dal punto di vista di esperienza di gioco vi cambia qualcosa?

Mi spiego meglio: Giocare ad un gioco sapendo di doverlo recensire, e quindi analizzando ogni singolo aspetto ( gameplay, texture, ecc...) di partita in partita varia in maniera negativa la vostra esperienza di gioco? Potete permettervi comunque di giocare con la stessa "spensieratezza" di una persona che lo sta facendo come momento di svago, o il fatto di sapere di doverci lavorare sopra, in seguito, rende il tutto più complesso?

Modificata da Sambusan90, 27 February 2013 - 03:33 PM.


#5
Cocò

Cocò
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1099

Accidenti. Grazie mille per le risposte a entrambi. E dal punto di vista di esperienza di gioco vi cambia qualcosa?

Mi spiego meglio: Giocare ad un gioco sapendo di doverlo recensire, e quindi analizzando ogni singolo aspetto ( gameplay, texture, ecc...) di partita in partita varia in maniera negativa la vostra esperienza di gioco? Potete permettervi comunque di giocare con la stessa "spensieratezza" di una persona che lo sta facendo come momento di svago, o il fatto di sapere di doverci lavorare sopra, in seguito, rende il tutto più complesso?


Non più di tanto per quanto mi riguarda. Il gioco è sempre gioco, le meccaniche son sempre quelle. Forse per recensirlo sei tenuto a provare modalità che per gusto personale non avresti mai toccato, ma non è qualcosa che pesi così tanto.L'unica vera discriminante è il tempo: sono solito giocare con molta lentezza, non tutti i giorni e più giochi contemporaneamente, quindi di solito ci metto un mese e passa per portarne uno a termine. Per recensirlo mi prefiggo una settimana al termine della quale dovrò averlo finito...




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi