Vai al contenuto

[curiosita] USA: per il 75% dei genitori i giochi violenti contribuiscono alla violenzaIndagine tra le madri ed i padri statunitensi

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 19 risposte

#1
MONNE FULL TIME

MONNE FULL TIME
  • Non c'è più posto per i "fanboys" siate obiettivi

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34291
Common Sense Media ha rilasciato i risultati di uno studio condotto negli USA, il quale ha rivelato che il 75% dei genitori interpellati è convinto che la violenza nei video game contribuisca alla violenza negli Stati Uniti.
L'indagine è stata condotta dal 4 al 5 gennaio 2013 ed hanno partecipato 1050 genitori di 50 stati, tutti con figli con meno di 18 anni.
Di questi, l'89% crede fermamente che la violenza nei videogame di oggi sia un "problema" ed il 75% che è "difficile" proteggere i propri figli dalla violenza.
A tutti i genitori è stato mostrato il video di uno spot di Hitman: Absolution e l'84% ha dichiarato che questo genere di pubblicità è "inappropriato sia mostrata in TV in orari in cui i bambini stanno guardando".
Per tutta sincerità, lo spot in esame non è mai stato mostrato in fasce orarie protette, ma questo è un altro discorso.
È stato anche chiesto ai partecipanti se le classificazioni dei film e dei videogiochi permettano ai genitori di prendere decisioni consapevoli relativamente ai contenuti violenti: il 68% ha detto "si", il 23% "no" ed il 9% non è sicuro.
Il 77% crede che la violenza in TV e nei film contribuisca alla violenza generalizzata negli USA, così come il 64% è convinto che anche i giocattoli violenti siano un fattore in questo senso. Il 92% afferma che anche il bullismo contribuisce alla violenza.
In totale, il 93% dei genitori comunque ammette che la mancanza di una supervisione sui bambini contribuisca alla violenza.

#2
john fitzgerald kennedy

john fitzgerald kennedy
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8046
La madre dei cretini è sempre incinta.

#3
gugu

gugu
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 29137
Capisco che i genitori statutitensi siano preoccupati per i loro figli, e ne hanno tutte le ragioni.
Ma non bisogna trovare una spiegazione incolpando gratutamente i videogames; il vero problema è a livello sociale con ragazzi troppo liberi di fare quello che vogliono.
Cose che accadoni in USA da noi non sono neanche concepite.

#4
riki8674

riki8674
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 159
Possono parlare di giochi violenti quanto vogliono, ma mi è capitato più volte di vedere genitori che comprano giochi come Assassinis creed o call of duty a bambini di 7/8 anni :doh:
Ma le etichette che le mettono a fare? Se seguissero di più i propri figli al posto di piazzarli davanti alla tv in modo che non li disturbino, non ci sarebbe questo problema.

#5
^Checco^

^Checco^
  • Gaming flows through my veins!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 5546

Possono parlare di giochi violenti quanto vogliono, ma mi è capitato più volte di vedere genitori che comprano giochi come Assassinis creed o call of duty a bambini di 7/8 anni :doh:
Ma le etichette che le mettono a fare? Se seguissero di più i propri figli al posto di piazzarli davanti alla tv in modo che non li disturbino, non ci sarebbe questo problema.


Quoto ogni sillaba! :applauso:

#6
Johndoe

Johndoe
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3535
In pratica tutto,a parte il gelato alla menta e i coniglietti rosa,secondo loro contribuisce a diventare violenti.

#7
DEVIL 2604

DEVIL 2604
  • Moderatore

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 28290

In pratica tutto,a parte il gelato alla menta e i coniglietti rosa,secondo loro contribuisce a diventare violenti.


ma che balle sti sondaggi... mi fanno ridere

#8
Splatters

Splatters
  • Bette Mulo

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8766
Me lo diceva sempre pure mia madre, e così l'ho picchiata!

#9
Qienja

Qienja
  • You must be wearing +3 boots of SUCKING

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5617
Già... perché l'insegnare fin da piccoli a deridere il prossimo per gusti sessuali/religione/razza diversi da quelli in cui casualmente si è nati... non distrugge la società, no quello no.

Sono i videogiochi. Ma andate a cagare usa.


Me lo diceva sempre pure mia madre, e così l'ho picchiata!


:bigbounce:

#10
*ale323*

*ale323*
  • SHENMUE III

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4543
secondo me il 75% dei genitori americani sono scemi....imho ^_^

#11
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Amministratore
  • Messaggi: : 137240
sicuramente il 75% ha un fucile nell'armadio però...

#12
Chuck Bartowski™

Chuck Bartowski™
  • Prima, ora, poi, Calvinator.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 16231

sicuramente il 75% ha un fucile nell'armadio però...

Ci sono più armi che cittadini negli USA.
Certo, i videogiochi :D

#13
Cloud

Cloud
  • Grazie di tutto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 19207
Ciò che rende violenti fin da piccoli è la mancanza di amore e presenza dei genitori verso i figli, la famiglia ha un ruolo fondamentale, soprattutto nell'età della crescita.

La violenza nei videogiochi non incita i bambini a essere violenti, e in ogni caso questi dubbi infondati neanche esisterebbero se i genitori si degnassero di comprargli giochi adatti alla loro età.

Modificata da Cloud™, 19 January 2013 - 09:29 AM.


#14
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
Le persone diventano killer per una serie di eventi che l'hanno segnato per sempre. Basta controllare il passato del soggetto, e nell'85% dei casi troverete abusi sessuali, stato di abbandono da parte dei genitori, problemi familiari tra cui criminalità, droga o alcool, alienazione sociale e tutta una serie di fattori che ne modificano la psiche. I sintomi possono già apparire fin da tenera età ( masturbazione compulsiva, violenza eccessiva nei confronti dei propri coetanei sin da piccolo e impossibilità di avere rapporti con una donna, che siano fisici o verbali ). Queste persone sono malate. Probabilmente i vg alterano ancora di più la loro mente, visto che spesso queste persone cominciano con l'uccidere/torturare animali per poi finire a "lavorare" su esseri umani, perlopiù bambini ( agli inizi ), ma fatto sta che non si possono incolpare i vg. Non sono la causa dello stato psicologico del soggetto.

#15
Mezzelfo

Mezzelfo
  • Honesta mors turpi vita potior

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5419
Ma tralasciando il trito discorso su videogiochi/violenza e guardando al quadro generale, è enigmatica l'ultima frase

In totale, il 93% dei genitori comunque ammette che la mancanza di una supervisione sui bambini contribuisca alla violenza.


Letta così sembra che la supervisione dei bambini dovrebbe essere responsabilità di qualche essere esterno, piuttosto che dei genitori stessi che, a quanto pare, non si rendono conto di ammettere implicitamente che loro stessi non badano ai figli.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi