Vai al contenuto

La punizione di Dio colpisce l'Ilva... perchč "sono solo due tumori in pił"


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 35 risposte

#1
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784
http://corrieredelme...919253350.shtml

se le cose possono andar male ci andranno, sembra una tragedia greca in cui viene punita la hybris degli imprenditori e del ministro... perchè non si possono fare zone "di strategia nazionale" con materiale dirigente umano non all'altezza

#2
autechre

autechre
  • Oblique strategies

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 22656
una mini tromba d'aria generata con HAARP

è ovvio

#3
ROcK

ROcK
  • Mercante di carrelli della spesa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Moderatore HW&Software Chart
  • Messaggi: : 41806
  • Utente Nr: 31085
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • ID WiiU = Dr.RocK
  • 3523 2153 6191
pensavo che era un altra uscita di quello che disse che dio aveva punito i giapponesi facendogli andare in fusione la centrale o di quell'altro genio che ha detto che i bambini handicappati sono la punizione di dio per chi copula prima del matrimonio....

....invece è una cosa seria...mi dispiace....come si dice? piove sul bagnato...

#4
- Luke -

- Luke -
  • Chiudete tutto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 30584
  • Utente Nr: 6391
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • luke_it
  • II Luke ITA II
  • [EyE]
fulmini e saette sugli operai al lavoro ... ma non su Riva e mazzettari vari

avete un dio profondamente ingiusto :sisi:

#5
No Presta bought it

No Presta bought it
  • E3 2014 is coming

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27011
E' crollata una ciminiera, blackout negli impianti di cokerie.
A latere: 20 feriti ( non gravi) nelle zone colpite, gru del porto in mare, un gruista disperso, strade bloccate, Statte molto colpita tra stazioni di servizio divelte e alberi in strada. Situazione in regressione.

#6
Iuki

Iuki
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3662

























Modificata da Iuki, 28 November 2012 - 11:33 PM.


#7
babil

babil
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 18479
E nel frattempo Clini, che per qualche mistero dell'universo è ministro dell'ambiente, prepara il decreto per far riparire l'Ilva in barba a quello deciso dalla magistratura. Insomma, la normalità in questo paese.

#8
Black-Hunter

Black-Hunter
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 587
che sfortuna :doh:

Modificata da BLACK-HUNTER, 29 November 2012 - 05:50 PM.


#9
Iuki

Iuki
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3662

E nel frattempo Clini, che per qualche mistero dell'universo è ministro dell'ambiente, prepara il decreto per far riparire l'Ilva in barba a quello deciso dalla magistratura.


Fabio Riva
Immagine inserita

Ilva, Fabio Riva fugge a Miami

Il figlio del patron dell'acciaieria si dilegua così dalla procura. Indagine sui conti off shore della famiglia.


Ha lasciato l'Italia giusto in tempo, forse avvisato da qualche amico che l'inchiesta della procura di Taranto avrebbe portato a lui.
E così, uno dei figli del patron dell'Ilva, Fabio Riva, è scomparso nel nulla da due settimane, nonostante la guardia di finanza lo abbia cercato ovunque.

L'uomo, ormai noto ai più per aver definito, in una telefonata, poi intercettata, una «minchiata» «un paio di tumori in più all'anno», causati dall'inquinamento velenoso della sua azienda, potrebbe essere fuggito a Miami.

Come racconta La Repubblica, Riva, secondo qualificate fonti investigative, potrebbe essere però ancora indeciso sulla sua meta definitiva. In dubbio tra la Repubblica Dominicana, Stato in cui non è prevista l’estradizione per il reato di associazione per delinquere di cui è accusato o un Paese dell’Unione Europea, come auspicherebbero i suoi avvocati.

CONTI IN LUSSEMBURGO E NELLA MANICA. Ma per Riva si tratta solo di scegliere, perchè, secondo la finanza, non ha problemi di disponibilità economica, grazie ai conti anche all'estero della famiglia.

Sono state individuate, infatti, nel Lussemburgo e nelle isole del Canale della Manica (Jersey e Guernsey) le due piazze finanziarie off-shore contenenti la maggior parte dei fondi trasferiti fuori dall'Italia dai Riva.

E inoltre con il padre Emilio e il fratello Nicola detenuti, è il solo che, in questo momento, può accedere liberamente ai conti della holding, la Riva F.I.R.E. Spa, di cui è vicepresidente.

CLINI FIRMÒ UN DOCUMENTO PRO ILVA. Intanto proseguono le indagini sull'Ilva che mirano a portare alla luce i retroscena che hanno consentito, in 17 anni, di massimizzare i profitti dell'azienda (leggi qui l'intervista a Roberto Nistri). Basti pensare che 2 miliardi e mezzo di euro sono stati gli utili tra il 2008 e il 2011.

Il 27 novembre sono state acquisite a Bari e a Roma i documenti relativi all’Autorizzazione Integrata Ambientale del 4 agosto 2011 con cui il ministero dell’Ambiente del governo Berlusconi permise all'Ilva di continuare l'attività, nonostante il rischio di inquinamento.

Il documento fu firmato anche dal ministro Stefania Prestigiacomo e dall’allora direttore generale del dicastero, Corrado Clini, oggi ministro dell'Ambiente.

SOTTO SCACCO IL MINISTERO. E in una informativa al gip Patrizia Todisco, la Procura di Taranto scrive: «Dalle intercettazioni emerge come anche al livello ministeriale fervevano i contatti non proprio istituzionali per ammorbidire alcuni componenti della Commissione incaricata di istruire l’Aia 2011. Il fatto che la Commissione debba essere pilotata e che comunque sia stata in qualche modo avvicinata, si rileva anche da una conversazione in cui l’avvocato Perli di Milano, legale esterno dell’Ilva, aggiorna Fabio Riva dei rapporti avuti con l’avvocato Luigi Pelaggi (capo dipartimento del Ministero dell’Ambiente). Da quanto riferisce Perli, si rileva che Pelaggi abbia dato precise disposizioni all’ingegner Dario Ticali, presidente della Commissione, su come procedere».

Infine, l'inchiesta sull'acciaieria più grande d'Europa si allarga a macchia d'olio e rivela nuovi inquientanti retroscena. Oltre ai sette arresti praticati nei giorni scorsi, che hanno portato alla chiusura dello stabilimento, il 27 novembre sono stati iscritti nel registro degli indagati cinque persone.

Tra questi figurano i nomi di don Marco Gerardo, il sindaco di Taranto Ippazio Stefano e un ispettore della Digos. E il vaso di Pandora è appena stato scoperchiato.

Mercoledì, 28 Novembre 2012

Modificata da Iuki, 30 November 2012 - 01:10 AM.


#10
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

E nel frattempo Clini, che per qualche mistero dell'universo è ministro dell'ambiente, prepara il decreto per far riparire l'Ilva in barba a quello deciso dalla magistratura. Insomma, la normalità in questo paese.



no, ma su questo ci deve mettere la faccia: se si dice che è in deroga per motivi di rilevanza strategica nazionale non sta per nulla mettendo in dubbio i risultati e giudizi della magistratura.

è ben diverso dalla campagna di questi mesi per far pressione sui giudici

se Clini fa questo, di fatto prende atto del risultato giuridico. non può cambiare la sentenza, può solo fare una deroga extragiudiziaria

#11
Il Buono

Il Buono
  • UN PIVO!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 18573
Ieri sera Clini a Servizio Pubblico la faccia ce l'ha messa tutta, vediamo un pò se ora fanno quello che ha detto.

#12
Iuki

Iuki
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3662

Ieri sera Clini a Servizio Pubblico la faccia ce l'ha messa tutta, vediamo un pò se ora fanno quello che ha detto.


http://www.youtube.com/watch?v=VPj8uJl4-KI


Ecco la risposta dei giudici al decreto, varato a tempo di record, che in pratica da di nuovo in mano l'Ilva ai Riva per altri 2 anni indisturbati:

Carbone (Anm), il Dl appena varato vanifica i provvedimenti dei magistrati. Il governo si è assunto questa grave responsabilità

Il governo "si è assunto la grave responsabilità di vanificare le finalità preventive dei provvedimenti di sequestro" emessi per "salvaguardare la salute di una intera collettività dal pericolo attuale e concreto di gravi danni". Lo dice il segretario dell'Associazione magistrati (Anm), Maurizio Carbone. "Prendiamo atto - ha detto Carbone - che il governo, di fronte ad una situazione complessa e con gravi ripercussioni occupazionali, si è assunto la grave responsabilità di vanificare le finalità preventive dei provvedimenti di sequestro emessi dalla magistratura e volti a salvaguardare la salute di una intera collettività dal pericolo attuale e concreto di gravi danni". Per Carbone "resta tutta da verificare la effettiva disponibilita dell'azienda ad investire i capitali necessari per mettere a norma l'impianto e ad adempiere alle prescrizioni contenute nell'Aia", tenuto conto che "sino ad ora la proprietà ha dimostrato di volersi sottrarre all'esecuzione di ogni provvedimento emesso dalla magistratura".


Il parere del Gip
Per il gip di Taranto Patrizia Todisco la nuova Aia per l'Ilva "non si preoccupa affatto della attualità del pericolo e della attualità delle gravi conseguenze dannose per la salute e l'ambiente". L'attività produttiva dell'Ilva è "tuttora, allo stato attuale degli impianti e delle aree in sequestro, altamente pericolosa".



http://www.youtube.com/watch?v=qU-cuwG17s0

#13
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

Ieri sera Clini a Servizio Pubblico la faccia ce l'ha messa tutta, vediamo un pò se ora fanno quello che ha detto.


non è solo la faccia, ma l'onere di fare un'ordianza nazionale di deroga per interesse strategico, bisogna aver le pàlle per fare sta cosa. finora chini ha tentato solo di influenzare l'azione dei magistrati, ovvero cercare di aggirare il problema.

ma mi pare che ormai anche il governo sia passato alle minacce di esproprio (cosa ben diversa da una deroga per interessi nazionali)

#14
DarkLink64

DarkLink64
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4631
l'esproprio mi pare l'unica via possibile, i Riva se ne fottono e la fabbrica non esiste che chiuda. certo, resta da vedere con quali soldi fare la bonifica, e per quanto tempo lo stabilimento dovrebbe restare fermo e con quali danni e costi per la collettività.

#15
Il Buono

Il Buono
  • UN PIVO!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 18573
Esproprio, e riqualifica.

Poi spero che gli operai, come evoluzione delle grandi proteste sindacali del passato, occupino la fabbrica e ne entrino in possesso per il resto dei suoi giorni, ridistribuendo gli utili in modo equà fra tutti gli operai.

Sarebbe la prima grande azienda al mondo a fare na cosa simile eheheh




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi