Vai al contenuto

Assange in Ecuador, il paese equo


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 30 risposte

#1
lisander

lisander
  • Non penso mai al futuro: arriva fin troppo presto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 3945
Assange è un personaggio unico nel panorama di internet, ho sempre avuto dubbi sulla sua reale genuinità perchè poteva essere la molla per far scattare la censura di internet prendendolo come pretesto, poi non ha mai rivelato segreti su Israele, quest'ultimo fatto potrebbe essere imputabile a una intrinseca segretezza con valore aggiunto sui protocolli di comunicazione israeliani.

Detto questo, ultimamente si è sentito parlare parecchio di lui per la fuga nell'ambasciata ecuadoregna ma sembra che sotto ci siano notizie offuscate dai media:

Attacco alla repubblica dell'Equador


Oggi parliamo di geo-politica e di libera informazione in rete.
Tutto ciò che sta accadendo oggi, tecnicamente (nel senso di “politicamente”) è iniziato il 12 dicembre del 2008. Secondo altri, invece, sarebbe iniziato nel settembre di quell’anno. Ma ci volevano almeno quattro anni prima che l’onda d’urto arrivasse in Europa e in Usa.
Forse è meglio cominciare dall’inizio per spiegare gli accadimenti.
Anzi, è meglio cominciare dalla fine.
Con qualche specifica domanda, che –è molto probabile- pochi in Europa si sono posti.
Mi riferisco qui alla questione di Jules Assange, wikileaks, e la Repubblica di Ecuador.



Perché il caso esplode, oggi?
Perché, Jules Assange, ha scelto un minuscolo, nonché pacifico, staterello del Sudamerica che conta poco o nulla?
Come mai la corona dell’impero britannico perde la testa e si fa prendere a schiaffi davanti al mondo intero da un certo signor Patino, ministro degli esteri ecuadoregno, per gli euro-atlantici un vero e proprio Signor Nessuno, il quale ha dato una risposta alla super elite planetaria (cioè il Foreign Office di Sua Maestà) tale per cui, cinque anni fa avrebbe prodotto soltanto omeriche risate di pena e disprezzo, mentre oggi li costringe ad abbozzare, ritrattare, scusarsi davanti al mondo intero?
Perché l’Ecuador? Perché, adesso?

Tutto era più che prevedibile, nonché scontato.
Intendiamoci: era scontato in tutto il continente americano, in Australia, Nuova Zelanda, Danimarca, paesi scandinavi. In Europa e a Washington pensavano che il mondo fosse lo stesso di dieci anni fa. Perché l’Europa –e soprattutto l’Italia- è al 100% eurocentrica, vive sotto un costante bombardamento mediatico semi-dittatoriale, non ha la minima idea di ciò che accade nel resto del mondo, ma (quel che più conta) pensa ancora come nel 1812, ovvero:

Spoiler


qui alcuni cablegate riguardanti anche l'Italia:

http://quaeram.blogs...-wikileaks.html

qui tutti i cable in italiano:

http://www.wikileaksitalia.org/

Modificata da lisander, 22 August 2012 - 04:13 PM.


#2
Argentax

Argentax
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 913
Molto interessante e non saprei cosa aggiungere dato che mi sembra abbastanza veritiera la storia...
ditemi solo come si fà a stabilire che i cable sono verità autentiche
(questa domanda non influisce sul fatto che credo al danno studiato a tavolino da parte degli speculatori nei confronti dell' America del Sud e nei paesi emergenti fonte: è un fatto sotto gli occhi di tutti )


Ps: mi piacerebbe vedere il video della Kirchner che mostra il cartellone con l'importo dei 12 miliardi ecc...ed avere qualche articolo sulla prima e seonda cancellazione del debito immorale, ora provo a googlerare

#3
Argentax

Argentax
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 913


#4
autechre

autechre
  • Oblique strategies

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 22656
by lisander
l'uomo che vive di copia-incolla

interessante comunque, un racconto plausibile in certi passaggi

#5
Hecks

Hecks
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13175
E' Assange che ha "scelto" l'Ecuador... o è l'Ecuador che ha "scelto" Assange?

#6
Argentax

Argentax
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 913


Minuto 37 si parla di debito destabile, lo sto guardando direi molto interessante

#7
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

E' Assange che ha "scelto" l'Ecuador... o è l'Ecuador che ha "scelto" Assange?


uhmmmm, secondo me Assange cercava un appoggio in america latina (i più papabili obiettivamente) e forse l'Ecuador si è fatta avanti (in fondo togli per vari motivi argentina brasile uruguay venezuela colombia cile... rimane ben poco, togliere anche Bolivia in una seconda scrematura)

#8
lisander

lisander
  • Non penso mai al futuro: arriva fin troppo presto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 3945

Molto interessante e non saprei cosa aggiungere dato che mi sembra abbastanza veritiera la storia...
ditemi solo come si fà a stabilire che i cable sono verità autentiche
(questa domanda non influisce sul fatto che credo al danno studiato a tavolino da parte degli speculatori nei confronti dell' America del Sud e nei paesi emergenti fonte: è un fatto sotto gli occhi di tutti )


Ps: mi piacerebbe vedere il video della Kirchner che mostra il cartellone con l'importo dei 12 miliardi ecc...ed avere qualche articolo sulla prima e seonda cancellazione del debito immorale, ora provo a googlerare


Penso abbiano ripulito perbene i motori di ricerca della rete da questi contenuti. I cable sono autentici perchè non vengono smentiti penso. Ma quelli su Israele forse li hanno ma non li pubblicano, altrimenti gli mandano il Mossad a fargli festa. Chissà come fara assange a uscire dall'ambasciata, è circondata da soldati e hanno ordine di controllare tutto quello che esce, non penso ci stia in una valigetta diplomatica!

E' Assange che ha "scelto" l'Ecuador... o è l'Ecuador che ha "scelto" Assange?


Non saprei, fammici pensare ancora.

uhmmmm, secondo me Assange cercava un appoggio in america latina (i più papabili obiettivamente) e forse l'Ecuador si è fatta avanti (in fondo togli per vari motivi argentina brasile uruguay venezuela colombia cile... rimane ben poco, togliere anche Bolivia in una seconda scrematura)


potrebbe essere.

#9
Hecks

Hecks
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13175

uhmmmm, secondo me Assange cercava un appoggio in america latina (i più papabili obiettivamente) e forse l'Ecuador si è fatta avanti (in fondo togli per vari motivi argentina brasile uruguay venezuela colombia cile... rimane ben poco, togliere anche Bolivia in una seconda scrematura)

Dai toni dell'articolo sembra che la "scrematura" l'abbia fatta Assange scegliendo il più "meritevole" degli stati... A me pare che il tutto sia stato fatto con poca scrematura e poca papabilità (ha trovato il primo stato, l'equo Ecuador, che gli concedesse asilo e si è fiondato nell'ambasciata senza troppo pensare). Chissà, Venezuela and company forse avrebbero fatto lo stesso... o forse no... :goliath:

L'America Latina per gli asili politici sta diventando di moda...



Non saprei, fammici pensare ancora.

:sese:

Modificata da Hecks, 25 August 2012 - 10:48 PM.


#10
lisander

lisander
  • Non penso mai al futuro: arriva fin troppo presto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 3945

Dai toni dell'articolo sembra che la "scrematura" l'abbia fatta Assange scegliendo il più "meritevole" degli stati... A me pare che il tutto sia stato fatto con poca scrematura e poca papabilità (ha trovato il primo stato, l'equo Ecuador, che gli concedesse asilo e si è fiondato nell'ambasciata senza troppo pensare). Chissà, Venezuela and company forse avrebbero fatto lo stesso... o forse no... :goliath:

L'America Latina per gli asili politici sta diventando di moda...




:sese:


Beh sai belle donne buon clima e la vita costa poco, meglio che i soliti monti.

#11
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

Dai toni dell'articolo sembra che la "scrematura" l'abbia fatta Assange scegliendo il più "meritevole" degli stati... A me pare che il tutto sia stato fatto con poca scrematura e poca papabilità (ha trovato il primo stato, l'equo Ecuador, che gli concedesse asilo e si è fiondato nell'ambasciata senza troppo pensare). Chissà, Venezuela and company forse avrebbero fatto lo stesso... o forse no... :goliath:

L'America Latina per gli asili politici sta diventando di moda...




:sese:


l'America latina da quano esiste è luogo eletto per gli asili politici; al max fino all'800 c'era cneh Londra e nel '900 Parigi.

tutti gli altri paesi hanno però vari problemi; l'ecuador invece no e quindi è meno ricattabile. Anche io avrei scelto l'ecuador

#12
Hecks

Hecks
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13175

Beh sai belle donne buon clima e la vita costa poco, meglio che i soliti monti.

Eh! Un Paradiso!



l'America latina da quano esiste è luogo eletto per gli asili politici; al max fino all'800 c'era cneh Londra e nel '900 Parigi.

tutti gli altri paesi hanno però vari problemi; l'ecuador invece no e quindi è meno ricattabile. Anche io avrei scelto l'ecuador

"Gli altri paesi hanno però vari problemi e invece l'Ecuador no e quindi è meno ricattabile" de che? Mi sembra che Bolivia, Venezuela e Nuovo Socialismo Latino che avanza (o presunto tale) abbiano una politica estera più o meno "equa" a quella dell'Ecuador... anche se negli ultimi tempi hanno avuto vari problemi (wikileaksate di Assange, incluse).

Un anno e mezzo fa:
http://mondo.panoram...tico-al-Brasile
In effetti dopo aver fatto 30 con Battisti...

Modificata da Hecks, 26 August 2012 - 10:10 AM.


#13
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784

Eh! Un Paradiso!




"Gli altri paesi hanno però vari problemi e invece l'Ecuador no e quindi è meno ricattabile" de che? Mi sembra che Bolivia, Venezuela e Nuovo Socialismo Latino che avanza (o presunto tale) abbiano una politica estera più o meno "equa" a quella dell'Ecuador... anche se negli ultimi tempi hanno avuto vari problemi (wikileaksate di Assange, incluse).


è PROPRIO per quel motivo che Venezuela o Bolivia preferiscono non esporsi. hanno già abbastanza rogne. a parte il fatto che che wikileaks potrebbe essere un pericolo pure per Chavez (chissà)

per questo l'ecuador è perfetto; i rapporti internazionali son discreti.

Mica Assange avrebbe potuto scegliere la Corea del Nord, per dire!
Persino la Svezia che è neutrale (non appartiene alla NATO e non è ricattabile, oltre ad avere il aprtito pirata) subisce pressioni dagli USA.

#14
Hecks

Hecks
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13175

per questo l'ecuador è perfetto; i rapporti internazionali son discreti.

http://www.corriere....8918e88d8.shtml

"Forse oggi noi inauguriamo una bella amicizia"...





Mica Assange avrebbe potuto scegliere la Corea del Nord, per dire!

Chissà...

#15
lisander

lisander
  • Non penso mai al futuro: arriva fin troppo presto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 3945

http://www.corriere....8918e88d8.shtml

"Forse oggi noi inauguriamo una bella amicizia"...






Chissà...

Da rainews:

London, 26-08-2012
Secondo il presidente ecuadoregno Rafael Correa Julian Assange non ha commesso i reati sessuali di cui è accusato in Svezia perchè ''dividere il letto non è stupro''. Secondo Correa, l'ultimo personaggio politico coinvolto in un dibattito sulla violenza sessuale contro le donne, le accuse di cui è fatto oggetto il capo di Wikileaks ''non sono un reato in America latina''.

Correa è stato intervistato dal Sunday Times: ''I reati di cui Assange deve rispondere non sarebbero reati nel 90-95 per cento del pianeta''. E ha aggiunto che ''non usare il preservativo in un atto sessuale di una coppia non è un reato in America Latina''.

In Svezia Assange è accusato di avere avuto rapporti con una donna mentre lei dormiva dopo un rapporto consensuale senza usare il condom. Una seconda donna ha dichiarato di aver cercato varie volte di proteggersi con un preservativo ma il capo di Wikileaks glielo avrebbe impedito bloccandole le braccia.

L'Ecuador ha dato ad Assange asilo politico e l'australiano è asserragliato da oltre due mesi nella ambasciata ecuadoriana a Londra.

http://www.rainews24...p?newsid=168717




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi