Vai al contenuto

Stato attuale dell'industria videoludica

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 20 risposte

#1
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
Sarà anche un topic ciclico, ma non ho mai avuto la possibilità di parlarne con qualcuno in modo più approfondito. No, non parlo delle miriadi di FPS che hanno invaso questo mercato, ma del modo in cui gli sviluppatori strutturano un determinato gioco. Bene, cominciamo. Penso che la maggior parte di voi avrà giocato i primi Call of Duty, no? Ecco.. il gioco alternava fasi di guerriglia a fasi in cui regnava la pace più totale, dove non dovevamo fare altro che passeggiare con i nostri compagni ascoltando i loro discorsi. Al giorno d'oggi perché non si trovano situazioni simili in un FPS? Perché deve essere tutto corri > spara > esplosione > distruzione. Sono sicuro che la maggior parte delle persone trovano noioso passeggiare tra i boschi di Skyrim, semplicemente perché non ha senso e non ci guadagni nulla. [cit.]
Possiamo dire lo stesso del primo Assassin's Creed, in cui dopo ogni assassinio dovevamo assistere ai discorsi ( che io ho sempre ritenuti affascinanti e ben recitati ) tra Altair e Al Mualim. La gente lo riteneva noioso.. chi se ne frega dicevano loro. Chi me lo fa fare di sorbirmi sta roba urlavano, e quindi cosa fanno? Li rimuovono dal gioco coi capitoli successivi. Il gioco dovrebbe essere un'esperienza, evocativa, forte, emozionale. Io sono il tipo di persona che se in un gioco deve camminare lentamente lo fà, perché serve a immergermi nel contesto del gioco, mentre molti altri no: devono correre, raggiungere il luogo dello scontro e mettere in mostra la loro bravura sparando a destra e a sinistra. Al giorno d'oggi vogliono tutti il gioco intuitivo, dove entri, pew pew, esci e così via. Non hanno più voglia di godersi una storia curata, perché se ne sbattono. C'è chi ritiene sia inutile non usare i fast travel in un titolo open world, perché oltre a camminare non fai nulla. Falso. Ti godi l'ambientazione, le musiche, i personaggi che incontri strada facendo, il tempo che cambia, il suono dei tuoi passi; tutte cose che aiutano a immergersi all'interno del gioco e stimolano la fantasia. Troppi giocatori hanno una mente fredda, chiusa o comunque poco disposta a questo genere di cose. C'erano gli horror che per la maggior parte dell'avventura non incontravi un solo mostro, mentre ora horror sta per corridoio buio col demone che sbuca fuori, con tanto di accompagnamento musicale che avvisa il giocatore del suo arrivo.. wow. Ho apprezzato Mass Effect 3 proprio per questo: le quest secondarie non consistono tutte nell'atterrare in un luogo e massacrare tutto ciò che si muove. C'erano quest "diplomatiche" che si risolvevano semplicemente col discutere con una persona. Un po' facili e poco approfondite, certo, ma almeno c'erano. Potrei anche parlare di Bad Company 2, che alternava momenti di calma con tanto di battutine dei ragazzi a istanti in cui non c'era un momento di calma. Oppure FlashPoint Red River, dove spesso ci si ritrova in luoghi aperti a setacciare la zona con la paura di beccarsi una pallottola.Con questo non sto dicendo che su 10 ore di gioco 8 devono essere di filmati, assolutamente, ma di dare anche un minimo spazio alla componente emozionale e creativa in cui il giocatore è li, davanti allo schermo e pensa "[Censura], ha detto una cosa giusta!", che porta comunque a riflettere su ciò che ha appena sentito. E' così brutto non volersi godere per un attimo il gioco senza dover sparare un colpo ogni secondo?

#2
Brick

Brick
  • Il fu RaR7

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11141
Beh, dipende dai giochi. Certi giochi sono indirizzati ad una certa utenza e son fatti in un certo modo, altri son fatti in un altro modo.
Oltretutto, lo stesso CoD presenta molte scene e missioni che seguono questa filosofia, ad esempio quelle "stealth".

#3
Mad Lefty

Mad Lefty
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10793
Tutto quello che hai scritto è giusto, spesso sento o leggo persone che si lamentano di giochi in cui si parla troppo, o si deve andare a destra e a manca per raggiungere le destinazioni delle varie missioni.

Io stesso ho trovato L.A. Noire a volte noioso, nel guidare l'auto per le strade, ma non potevo evitare di perdermi nella vastità dell'ambientazione.
Assassin, il primo.. Adoravo le scene parlare, erano davvero importanti.
Per esempio, però, in viking trovo pesante il dover camminare così tanto. Vero che l'ambiente è carino, ma non c'è molta diversità, e annoia parecchio.

Purtroppo è un equilibrio molto precario, e spesso alcuni non ritengono che ne valga la pena.

Sarà che sono cresciuto a pane e gdr... :D

Inviato da tapaNormandy col mio Galaxy S2

#4
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061

Beh, dipende dai giochi. Certi giochi sono indirizzati ad una certa utenza e son fatti in un certo modo, altri son fatti in un altro modo.

Quegli "altri" però prima o poi finiscono col piegarsi alle leggi del mercato, vedi Dead Space ad esempio.

#5
bejelit

bejelit
  • 100% Multipiattaforma!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8072
parole sante raiden, parole sante!

ti nomino solo una scena, rimasta nel mio cuore per sempre
la fine di Shenmue 2, la lunga passeggita nei boschi con un lunghissimo dialogo tra Ryo e Shenhua, impensabile per il mercato attuale!

#6
Brick

Brick
  • Il fu RaR7

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11141

Quegli "altri" però prima o poi finiscono col piegarsi alle leggi del mercato, vedi Dead Space ad esempio.


E ce ne sono altri ancora che prendono il loro posto :D
Io sinceramente non sento troppo questo problema, come non sento il problema delle migliaia di FPS... Il mercato è vestissimo, c'è di tutto per ogni gusto.

#7
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061

ti nomino solo una scena, rimasta nel mio cuore per sempre
la fine di Shenmue 2, la lunga passeggita nei boschi con un lunghissimo dialogo tra Ryo e Shenhua, impensabile per il mercato attuale!

Ecco, questa sarebbe una scena interessante se accompagnata dalla giusta musica e dalle giuste inquadrature.

#8
Fender_st

Fender_st
  • Eye Bastard

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 6133
credo che alcuni giochi siano diventati più frenetici, specie alcune saghe andate "a donnacce";

Personalmente ho sempre amato i vg con PRIMA DI TUTTO una bella storia da raccontare.

Sono un videogiocatore della prima ora, come tanti "ultratrentenni" qui, per cui potrei ricordare tantissimi titoli che sapevano ben mediare l'aspetto narrativo da quello prettamente ludico.

Cercando di restare nei limiti degli esempi di Raiden (COD, AC, roba cmq action...tengo fuori ICO ecc) prendo i primi due che mi vengo in mente:
Another World: praticamente un platform dove bisognava correre e sparare, eppure sapeva ritagliarsi degli spazi di altissimi momenti narrativi.Il tutto senza dire una parola e con una grafica quando ai tempi si chiamava "VGA".
Silent Hill 2: storia immensa, momenti epici, l'azione non mancava di certo ma quei momenti introspettivi hanno scritto la storia dei VG;
Metal Gear Solid (parlo del primo) action "tattico"...ma che momenti.MGS mi serviva però per fare un esempio al contrario:MGS4 (bello, ma video di intermezzo troppo lunghi e cervellotici); giochi in pratica dove è il "sapere come va a finire" che mi spingeva a non staccarmi dal monitor fino a esperenza conclusa; (posso metterne un'altro? FF VII)

OK....e ora?
Allo stato attuale non siamo poi messi così male: Uncharted lo metto sopra tutti per quanto sa mediare i due aspetti (il 2 per me resta insuperato);anche la saga di Mass Effect rappresenta per me l'eccellenza da questo punto di vista; non gioco molto gli FPS, ma se ormai non hanno più un intreccio degno di questo nome è perchè il single player è poco più che un tutorial per il multi;
infine, se mi posso permettere, ci metto il caro vecchio GTA4: il gioco più ignorante di tutti, ma la storia di Nico mi prese parecchio e la sequenza dell'incontro col "vecchio amico" mi è rimasta molto impressa, quasi quanto il "cuscino" di Silent Hill 2 ;)

E' una vecchia formula che ha sempre funzionato nel passato e mi auguro continuerà a farlo: a tutti piacciono le belle storie.

Modificata da Fender_st, 16 June 2012 - 02:12 AM.


#9
Mad Lefty

Mad Lefty
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10793
Te ne aggiungo una, il momento in darkness in cui sei con la ragazza, sul divano.. Lungo ma di un impatto incredibile!

Inviato da tapaNormandy col mio Galaxy S2

#10
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061

non gioco molto gli FPS, ma se ormai non hanno più un intreccio degno di questo nome è perchè il single player è poco più che un tutorial per il multi

E anche questo è vero.

#11
Brick

Brick
  • Il fu RaR7

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11141
Insomma, una volta gli FPS l'intreccio non solo non ce lo avevano degno di questo nome, non ce lo avevano proprio :D
Così come la maggior parte dei giochi che non erano RPG, a me sembra che negli ultimi anni si siano fatti passi avanti in questo campo. Anche i giochi che oggi si criticano per avere trame banali e poco interessanti, in passato la trama non la avrebbero avuta proprio. Molti anzi si lamentano di questa invadenza della trama rispetto al passato (io no) e vorrebbero tornare ai tempi dove nei giochi sparavi, saltavi, distruggevi e basta...

#12
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061

e vorrebbero tornare ai tempi dove nei giochi sparavi, saltavi, distruggevi e basta...

Ehw. :fg:

Sempre parlando di Mass Effect 3: i sogni. Sono brevi, ma riescono comunque a fare colpo sul giocatore.

#13
Sfrezzer

Sfrezzer
  • I Lost My Smile..

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10246

Sarà anche un topic ciclico, ma non ho mai avuto la possibilità di parlarne con qualcuno in modo più approfondito. No, non parlo delle miriadi di FPS che hanno invaso questo mercato, ma del modo in cui gli sviluppatori strutturano un determinato gioco. Bene, cominciamo. Penso che la maggior parte di voi avrà giocato i primi Call of Duty, no? Ecco.. il gioco alternava fasi di guerriglia a fasi in cui regnava la pace più totale, dove non dovevamo fare altro che passeggiare con i nostri compagni ascoltando i loro discorsi. Al giorno d'oggi perché non si trovano situazioni simili in un FPS? Perché deve essere tutto corri > spara > esplosione > distruzione. Sono sicuro che la maggior parte delle persone trovano noioso passeggiare tra i boschi di Skyrim, semplicemente perché non ha senso e non ci guadagni nulla. [cit.]
Possiamo dire lo stesso del primo Assassin's Creed, in cui dopo ogni assassinio dovevamo assistere ai discorsi ( che io ho sempre ritenuti affascinanti e ben recitati ) tra Altair e Al Mualim. La gente lo riteneva noioso.. chi se ne frega dicevano loro. Chi me lo fa fare di sorbirmi sta roba urlavano, e quindi cosa fanno? Li rimuovono dal gioco coi capitoli successivi. Il gioco dovrebbe essere un'esperienza, evocativa, forte, emozionale. Io sono il tipo di persona che se in un gioco deve camminare lentamente lo fà, perché serve a immergermi nel contesto del gioco, mentre molti altri no: devono correre, raggiungere il luogo dello scontro e mettere in mostra la loro bravura sparando a destra e a sinistra. Al giorno d'oggi vogliono tutti il gioco intuitivo, dove entri, pew pew, esci e così via. Non hanno più voglia di godersi una storia curata, perché se ne sbattono. C'è chi ritiene sia inutile non usare i fast travel in un titolo open world, perché oltre a camminare non fai nulla. Falso. Ti godi l'ambientazione, le musiche, i personaggi che incontri strada facendo, il tempo che cambia, il suono dei tuoi passi; tutte cose che aiutano a immergersi all'interno del gioco e stimolano la fantasia. Troppi giocatori hanno una mente fredda, chiusa o comunque poco disposta a questo genere di cose. C'erano gli horror che per la maggior parte dell'avventura non incontravi un solo mostro, mentre ora horror sta per corridoio buio col demone che sbuca fuori, con tanto di accompagnamento musicale che avvisa il giocatore del suo arrivo.. wow. Ho apprezzato Mass Effect 3 proprio per questo: le quest secondarie non consistono tutte nell'atterrare in un luogo e massacrare tutto ciò che si muove. C'erano quest "diplomatiche" che si risolvevano semplicemente col discutere con una persona. Un po' facili e poco approfondite, certo, ma almeno c'erano. Potrei anche parlare di Bad Company 2, che alternava momenti di calma con tanto di battutine dei ragazzi a istanti in cui non c'era un momento di calma. Oppure FlashPoint Red River, dove spesso ci si ritrova in luoghi aperti a setacciare la zona con la paura di beccarsi una pallottola.Con questo non sto dicendo che su 10 ore di gioco 8 devono essere di filmati, assolutamente, ma di dare anche un minimo spazio alla componente emozionale e creativa in cui il giocatore è li, davanti allo schermo e pensa "[Censura], ha detto una cosa giusta!", che porta comunque a riflettere su ciò che ha appena sentito. E' così brutto non volersi godere per un attimo il gioco senza dover sparare un colpo ogni secondo?



Tutto vero, fino a quando sparare equivale ad incassare gli FPS domineranno il mercato....


E purtroppo anche giochi originali o alternativi alla lunga si piegano questa legge, perchè altrimenti non li comprerebbe nessuno, ovviamente parlo almeno di dalle3 milioni di copie in sù anche se è gia un dato ottimistico anche per un FPS che non sia COD...

Un'altra cosa che mi preoccupa e la troppa facilità e superficialità con cui vengono creati i giochi di oggi, e forse questo si allaccia al tipo di gioco odierno, un single buttato lì a caso per poi concentrarsi sul multiplayer che nelle maggior parte dei casi non serve ad un [Censura]...

#14
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Amministratore
  • Messaggi: : 137201
quello è un problema del mercato, c'è troppa gente (E pure sul forum) che dice "se non ha il multi non lo compro"
e poi magari al multi ci gioca due volte e poi lo abbandona perchè insipido

#15
crimescene

crimescene
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2014
E Skyrim essendo un Free roaming totale non è affatto noioso.

Anzi proprio perche e un gioco esplorativo, dove la cadenza e quantita delle missioni vengono decisi dall'utente, e proprio l'utente che deve decidere se semplicemente cazzeggiare in totale tranquillita opuure affrontare nemici uno dietro l'altro.

Si puo dire che oblivion e leggermente noioso, ma non di Skyrim, chi lo dice, o lo dice per invidia verso non si cosa, o non ha fatto il gioco, e ha sentito solo qualche commento in rete.


Inoltre si riduce tutto ad una questione di gusti, se per te o per qualcuno una cosa è noiosa, non vuol dire che lo sia per tutti....trovo la varieta e la quantita di giochi sul mercato, ci sua per tutti i gusti, solo che molti utenti non sanno apprezzare a pieno la cosa.




Inviato dal mio Desire HD con Tapatalk 2

Modificata da crimescene, 16 June 2012 - 11:29 AM.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi