Vai al contenuto

Jennifer Hepler: "il cancro che sta uccidendo Bioware"rilessione.

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 29 risposte

#1
mau_pec

mau_pec
  • Sua Maestà Reale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3811
non so se avete letto questa notizia:

Jennifer Hepler: "il cancro che sta uccidendo Bioware"


riassumo:
a quanto pare la Hepler è impiegata in Bioware come sceneggiatrice; portano la sua firma produzioni quali Dragon Age e The Old Repubblic. Recentemente in un'intervista ha candidamente rivelato che giocare ai videogiochi e affrontare i combattimenti è "l'ultima cosa che ama fare". Non è portata, non sa usare le strategie e si annoia e le piacerebbe che ci fosse una opzione per saltare i combattimenti, così come c'è quella per saltare i dialoghi.
Parole insolite se proferite da una persona che nel campo dei videogiochi ci lavora.
La reazione della rete ed in particolar modo dei fan di Bioware è stata violenta. In molti hanno inveito contro la Hepler e qualcuno l'ha accusata di essere il cancro che sta lentamente uccidendo Bioware, portando a sostegno della propria tesi il calo qualitativo di Dragon Age 2.
La software house ha ovviamente preso le difese della sua dipendente, ma ciò che si è evidenziato bene con questo evento è il fatto che l'amore dei fan verso Bioware sta drasticamente calando (e che Dragon Age 2 non è proprio piaciuto).

Mi chiedo dunque se è giustificato un attacco del genere; paragonare la Hepler ad un cancro e dire che è causa sua se bioware non è quella di una volta non suona come la ricerca di un capro espiatorio? Del resto lei scrive e può passare il tempo libero nella maniera in cui preferisce, giocando ai videogames o lanciando palline al gatto.
D'altro canto non posso non considerare il fatto che lei scrive storie PER i videogiochi e quindi non dovrebbe prescindere dal conoscerne le meccaniche e le regole base, fino al punto di chiedere un tasto per "saltare" ciò che è la parte principale del videogioco.

Se questa persona ha così tanto bisogno di narrare storie, non farebbe meglio a dedicarsi alla letteratura pura o alle sceneggiature per i film, visto che queste non richiedono una vera e propria interazione? Perché scegliere il campo videoludico e ostentare un chiaro ostracismo nei confronti di questo media?

Modificata da mau_pec, 23 February 2012 - 07:46 PM.


#2
Sprizzo

Sprizzo
  • La strategia dell'emozione! Ahahahahahahah

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5717
Il problema di bioware è la volontà di EA di fare sempre più cassa con ogni titolo pubblicato....se questa dipendente non ama i videogiochi ma è comunque un ottima sceneggiatrice non vedo dove sia il problema.....

#3
Zibarro

Zibarro
  • "I'm not real"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27061
Perché mai i fan dovrebbero prendersela con lei? Jennifer si occupa della sceneggiatura, che non c'entra assolutamente nulla con la giocabilità. Uno sceneggiatore di VG spesso e volentieri è un semplice scrittore che viene ingaggiato da X azienda per scrivere una storia. Non ama i VG, e fosse per lei si godrebbe solo la storia.. dunque? DoA2 di sicuro non farà schifo a causa sua visto che si è occupata di scrivere la sceneggiatura, ma della scarsa cura con cui hanno creato il titolo in questione. 'Sta cosa di urlare, sbraitare e puntare il dito contro una persona che non ha fatto nulla sembra essere diventata una moda. Anche a me non piace come sta lavorando la Bio, ma arrivare a questo punto, no.. :asd:

#4
mau_pec

mau_pec
  • Sua Maestà Reale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3811

Il problema di bioware è la volontà di EA di fare sempre più cassa con ogni titolo pubblicato....se questa dipendente non ama i videogiochi ma è comunque un ottima sceneggiatrice non vedo dove sia il problema.....


però convieni con me che le sceneggiature per un videogioco non possono essere passive e non possono ridursi al semplice quick time event per quanto riguarda l'interattività. Saper scrivere storie per i videogiochi è diverso dal saperle scrivere per i film, così come è diverso scrivere una sceneggiatura per un film (o per il teatro) dallo scrivere un libro.

Nell'elaborare la trama, non si dovrebbe considerare anche l'avanzamento "in game" della storia e i suoi risvolti? Se si ostinano a propinarci frammenti di gioco fra una sessione video e l'altra si andrà poco lontano.

Modificata da mau_pec, 23 February 2012 - 07:56 PM.


#5
Brick

Brick
  • Il fu RaR7

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11127
Ci sono certi luoghi di internet dove è vista come l'anticristo già da tempo e causa della caduta di Bioware ecc... Ho letto alcune sue dichiarazioni e non mi piaciono per niente, ma sinceramente non posso esprimermi, dato che Dragon Age 2 e TOR non li ho giocati. Il primo non mi ha attirato, ma non posso parlare dell'effettiva qualità del gioco e/o della sceneggiatura. In ogni caso, un gioco uscito male può capitare e può dipendere da svariati fattori, quindi non mi metto certo a dare a Bioware della SH morta o altri nonsense che si leggono da qualche tempo a questa parte. TOR non lo ho giocato perchè i MMORPG non mi ineteressano.
Io sto aspettando Mass Effect 3 (nel quale non so neanche se sia coinvolta la Hepler) per dare un'opinione definitiva sulla faccenda Bioware. Naturalmente spero in bene, vedremo però :sese:

#6
Zohar

Zohar
  • A world with no need for gods...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14593
Francamente mi sembra che il problema non sia proprio lo sceneggiatore...
Non capisco una cosa... Non conoscevo le sue vicende, ma c'è chi associa ad esempio il viraggio ad una maggior componente TPS di ME (ad esempio) al suo operato?
Perché sinceramente non vedo come l'affermazione di cui sopra possa essere tradotta nell'andazzo che sta prendendo Bioware negli ultimi anni...

Modificata da Zohar, 23 February 2012 - 10:03 PM.


#7
TheKaronte

TheKaronte
  • Niente Amore Niente Guasti

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 8244

Il problema di bioware è la volontà di EA di fare sempre più cassa con ogni titolo pubblicato....se questa dipendente non ama i videogiochi ma è comunque un ottima sceneggiatrice non vedo dove sia il problema.....


nulla da aggiungere e tutto da quotare

#8
mau_pec

mau_pec
  • Sua Maestà Reale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3811

Francamente mi sembra che il problema non sia proprio lo sceneggiatore...
Non capisco una cosa... Non conoscevo le sue vicende, ma c'è chi associa ad esempio il viraggio ad una maggior componente TPS di ME (ad esempio) al suo operato?
Perché sinceramente non vedo come l'affermazione di cui sopra possa essere tradotta nell'andazzo che sta prendendo Bioware negli ultimi anni...


ma che c'entra mass effect? Lei ha scritto Dragon Age 2. Cmq certe affermazioni fatte da chi crea i videogiochi mi fanno pensare.
E' come se gli sceneggiatori di holliwood dicessero che per loro il cinema non conta nulla e sarebbe meglio giocare a ping pong piuttosto che andare a vedere un film. Insomma, è un controsenso! Se non ci crede chi i videogiochi li crea, che senso ha?

#9
Brick

Brick
  • Il fu RaR7

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11127

Francamente mi sembra che il problema non sia proprio lo sceneggiatore...
Non capisco una cosa... Non conoscevo le sue vicende, ma c'è chi associa ad esempio il viraggio ad una maggior componente TPS di ME (ad esempio) al suo operato?
Perché sinceramente non vedo come l'affermazione di cui sopra possa essere tradotta nell'andazzo che sta prendendo Bioware negli ultimi anni...


E' accusata di essere la causa dell'inserimento forzato di elazioni omosessuali con qualsiasi personaggio, che a detta di molti non sono giuste perchè non ha senso rendere tutti quanti bi, e in generale di una cattiva qualità della sceneggiatura dei giochi Bioware recenti. Io ripeto che non avendo giocato nè DA2 nè TOR non posso esprimere un'opinione personale sulla faccenda, ma toccherò con mano ME3 per dare un mio giudizio :sisi:
E' anche considerata una cattiva influenza su Bioware per cose come "button=awesome".

#10
Genocide

Genocide
  • Symphony Of The Night

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 109198

non so se avete letto questa notizia:

Jennifer Hepler: "il cancro che sta uccidendo Bioware"


riassumo:
a quanto pare la Hepler è impiegata in Bioware come sceneggiatrice; portano la sua firma produzioni quali Dragon Age e The Old Repubblic. Recentemente in un'intervista ha candidamente rivelato che giocare ai videogiochi e affrontare i combattimenti è "l'ultima cosa che ama fare". Non è portata, non sa usare le strategie e si annoia e le piacerebbe che ci fosse una opzione per saltare i combattimenti, così come c'è quella per saltare i dialoghi.
Parole insolite se proferite da una persona che nel campo dei videogiochi ci lavora.
La reazione della rete ed in particolar modo dei fan di Bioware è stata violenta. In molti hanno inveito contro la Hepler e qualcuno l'ha accusata di essere il cancro che sta lentamente uccidendo Bioware, portando a sostegno della propria tesi il calo qualitativo di Dragon Age 2.
La software house ha ovviamente preso le difese della sua dipendente, ma ciò che si è evidenziato bene con questo evento è il fatto che l'amore dei fan verso Bioware sta drasticamente calando (e che Dragon Age 2 non è proprio piaciuto).

Mi chiedo dunque se è giustificato un attacco del genere; paragonare la Hepler ad un cancro e dire che è causa sua se bioware non è quella di una volta non suona come la ricerca di un capro espiatorio? Del resto lei scrive e può passare il tempo libero nella maniera in cui preferisce, giocando ai videogames o lanciando palline al gatto.
D'altro canto non posso non considerare il fatto che lei scrive storie PER i videogiochi e quindi non dovrebbe prescindere dal conoscerne le meccaniche e le regole base, fino al punto di chiedere un tasto per "saltare" ciò che è la parte principale del videogioco.

Se questa persona ha così tanto bisogno di narrare storie, non farebbe meglio a dedicarsi alla letteratura pura o alle sceneggiature per i film, visto che queste non richiedono una vera e propria interazione? Perché scegliere il campo videoludico e ostentare un chiaro ostracismo nei confronti di questo media?


Ma toccherebbe spiegare a queste persone che lo sceneggiatore non c'entra un [Censura] col gameplay XD

Io ho letto critiche su scelte di gameplay di alcuni giochi BW, non sulla loro storia/sceneggiatura

#11
mau_pec

mau_pec
  • Sua Maestà Reale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3811

Ma toccherebbe spiegare a queste persone che lo sceneggiatore non c'entra un [Censura] col gameplay XD

Io ho letto critiche su scelte di gameplay di alcuni giochi BW, non sulla loro storia/sceneggiatura


la storia di Dragon Age 2 è soporifera, per esempio.

#12
Grave Digger

Grave Digger
  • Perle ai porci, solo chi ha una certa sensibilità può capirlo.

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 11286

la storia di Dragon Age 2 è soporifera, per esempio.

Imho no, specialmente dal secondo atto, che sia poco estesa in termini di vastità di scenario lo sanno anche i muri, ma che sia brutta proprio no, specialmente per le mille rivelazioni che contiene.
Comunque scrittore e sceneggiatore sono due cose diverse, lo scrittore di Dragon Age e di altri giochi Bioware è David Gaider, lo sceneggiatore è quello che decide come devono essere fatte le inquadrature, le cut-scene, eccetera, per cui con la storia non c'entra un brazzo.

#13
Hanamigi

Hanamigi
  • Cosa?

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 17210
Aspetta aspetta aspetta, la fonte?

Inltre sapevo che lei diceva anche di non apprezzare il fantasy :fg: Però pria di tutto fonte pl0x.

#14
mau_pec

mau_pec
  • Sua Maestà Reale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3811

Aspetta aspetta aspetta, la fonte?

Inltre sapevo che lei diceva anche di non apprezzare il fantasy :fg: Però pria di tutto fonte pl0x.


la fonte è concorrente a everyeye e non la citerò. Ma ho trovato dei riferimenti anche in forum inglesi.

Modificata da mau_pec, 25 February 2012 - 04:21 AM.


#15
mau_pec

mau_pec
  • Sua Maestà Reale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3811

Imho no, specialmente dal secondo atto, che sia poco estesa in termini di vastità di scenario lo sanno anche i muri, ma che sia brutta proprio no, specialmente per le mille rivelazioni che contiene.
Comunque scrittore e sceneggiatore sono due cose diverse, lo scrittore di Dragon Age e di altri giochi Bioware è David Gaider, lo sceneggiatore è quello che decide come devono essere fatte le inquadrature, le cut-scene, eccetera, per cui con la storia non c'entra un brazzo.


eh no, lo sceneggiatore scrive le battute e da il ritmo alla storia.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi