Vai al contenuto

Hugo Cabret (2012) [rece: 8]di Martin Scorsese con Asa Butterfield, Chloe Moretz


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 41 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 27418
Hugo Cabret - RECENSIONE (Cinema)
Una perfetta lezione di cinema a cura di Martin Scorsese.
Ci sono storie che entrano a far parte di noi, plasmandoci inconsapevolmente, e che si palesano davanti ai nostri occhi quando ormai è troppo tardi per sottrarci alla loro influenza. Magari si tratta solo di qualcosa di impercettibile, che di certo non ci cambia la vita, ma ciò non significa che non ci sia. Può essere una favola ascoltata distrattamente durante l'infanzia prima di addormentarsi, l'illustrazione del supereroe che ha riempito di avventure i nostri pomeriggi da adolescenti, il fotogramma di quel film beccato per caso facendo zapping alla tv. Non sempre tutto ciò si evolve, a volte rimane relegato nel nostro bagaglio sensoriale... ma in rare occasioni si trasforma in passione e arte. Che cosa c'entra tutto questo con la recensione di Hugo Cabret? Le associazioni sono molto più semplici di quello che possano apparire, perché questo ultimo lavoro di Martin Scorsese è una vera e propria opera di passione e amore, verso quel cinema che lo ha trasformato nella leggenda che tutti oggi conoscono. E perché, in fin dei conti, l'intera storia di Hugo Cabret è nata un po' per caso, un po' per magia, un po' distrattamente. "Ricordo di aver visto Viaggio nella luna, l'incredibile film del 1902 di Georges Méliès, e la memorabile scena in cui un razzo si schianta sull'occhio della luna che ha la forma di un volto umano si era radicata fermamente nella mia immaginazione. Volevo scrivere la storia di un ragazzino che incontra Méliès, ma non sapevo quale potesse essere la trama. Sono passati anni. Ho scritto e illustrato oltre venti racconti. Poi, nel 2003, mi è capitato fra le mani un libro intitolano Edison's Eve di Gaby Wood. È una storia che parla proprio degli automi e, con mia grande sorpresa, c'era un capitolo dedicato a Méliès", racconta Brian Selznick, autore del libro La straordinaria invenzione di Hugo Cabret (The Invention of Hugo Cabret). Dopo aver scoperto della passione del cineasta per gli automi e del destino che ad essi era stato riservato, nella sua mente si formò lentamente la storia di Hugo: "Immaginai un ragazzino che rovista fra l'immondizia e trova una di queste macchine rotte. Non sapevo ancora chi fosse questo bambino, né conoscevo il suo nome... Mi venne in mente il nome Hugo e lo associai alla parola cabaret, trasformando quest'ultima in Cabret, per darle un suono francese. Ed ecco com'è nato Hugo Cabret". Pubblicato nel 2007 il libro è un piccolo caso letterario, apprezzato dai lettori di tutto il mondo per la sua capacità di raccontare una storia semplice attraverso le immagini, una narrazione a metà strada tra il cinema e la graphic novel. Selzick aveva provato subito una certa attrazione verso il lavoro di Méliès, ancor prima di scriverci un libro, ed è la stessa reazione spontanea ad aver spinto Martin Scorsese a trasformare questa storia in un film per il cinema, che per di più è il suo primo lavoro in 3D. "Ho ricevuto il libro quattro anni fa ed è stata un'esperienza molto intensa... l'ho letto tutto d'un fiato, in brevissimo tempo. Ho sentito subito un'affinità con la storia di questo ragazzo, con la sua solitudine, il suo interesse nel cinema, i meccanismi della creatività. Gli oggetti meccanici del film, che comprendono cineprese, proiettori e gli automi, consentono al ragazzo di stabilire un contatto con il padre e al regista Georges Méliès di ritrovare se stesso e il suo passato".
Leggi l'articolo completo: Hugo Cabret - RECENSIONE (Cinema)

Attenzione: Regole moderazione commenti nei topic degli articoli di Everyeye.it
Gli utenti sono liberi di esprimere la propria opinione sull''argomento di cui l''articolo tratta, sulla sua qualità, sui contenuti ed ovviamente sui voti assegnati.

Non saranno tuttavia tollerati in alcun modo i commenti che contengano insulti, critiche di scarsa professionalità, o i post che accusino il Network di essere in malafede, venduto e prezzolato. Anche la qualità dei commenti deve sempre tenere conto del rispetto per il lavoro dellaredazione. Critiche sì, insulti no.

Commenti di siffatta natura saranno immediatamente cancellati, e l''utente in questione sospeso per almeno una settimana.
Senza preavviso, senza invio di messaggi personali, e senza discussione alcuna da parte della moderazione o della redazione, che sarà intransigente a riguardo.



#2
yadamain

yadamain
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 372
devo vederlo il priima possibile

#3
WLF

WLF
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1904
Mi avete fatto salire una scimmia addosso... Ora devo vederlo per forza.

Bella recensione!

#4
Kprut

Kprut
  • Senza parole

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 39242
lo vedo lunedi', in 2d se posso

#5
Thane Krios

Thane Krios
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2580
lo vedrò giusto perchè è di scorsese

#6
pesso90

pesso90
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 73
bel film..fatto davvero bene!

scenografia e fotografia tra gli altri da oscar!

#7
domyne

domyne
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 553
l'ho trovato a tratti godibile ma davvero noioso in molte parti!

#8
-NeurosiS-

-NeurosiS-
  • .:.:Space is Deep:.:.

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 2194
Belle le parti in cui si rivive il cinema di 80 anni fà,ma per il resto è una noia mortale....assolutamente sconsigliato spendere 11 euro per andarlo a vedere,aspettatelo in blurei!!

#9
Blue Valentine

Blue Valentine
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 369
Scorsese noioso......:vergognatighgh:

scherzo,ma non ci credo manco se lo vedo

#10
cloudstrife75

cloudstrife75
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2281
Sinceramente com'è il 3D? Merita?

#11
headshot182

headshot182
  • Super Eye Fan

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1587

Sinceramente com'è il 3D? Merita?

il 3D non è male, ma detto sinceramente il fatto che i colori risultino meno vivi a causa degli occhiali è un po' un peccato, perchè i colori e l'atmosfera di questo film, sono incredibili.

Il film, tralasciando la lentezza di alcune situazioni, è bellissimo.

#12
Kiavik

Kiavik
  • 忍殺

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4180
Mi sono genuinamente commosso guardando il film. È una cosa che mi succede davvero MOLTO raramente. E il 3d è, per una volta, assolutamente perfetto.

#13
Faust

Faust
  • Feel the backhand of justice!!

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2479
Visto ieri con la morosa. Film molto bello e per nulla noioso, IMHO. I film noiosi sono altri, questo me lo sono gustato proprio. Sacha Baron Cohen, in un film non ideato da lui, riesce pure a piacermi

#14
Arik

Arik
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1147
Splendida recensione davvero perfetta

Qualche nota di merito in piu per il 3D vale veramente la pena ragazzi in questi film c'è immersione totale,fotografia e musiche sono da Oscar

#15
DarkEgo

DarkEgo
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3179
Sublime. Acnhe l'effeto 3D.




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi