Vai al contenuto

Eaters (2011) [rece: 6]di Luca Boni, Marco Ristori con Guglielmo Favilla, Alex Lucche


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 2 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 27793
Eaters - RECENSIONE (Cinema)
Lo zombie-movie italiano che ha conquistato Uwe Boll
Se ne parlava da tanti, troppi anni, tra festival, forum e social network, perché, in realtà, tutto è cominciato tempo fa, non molto tempo fa, nella prima metà degli anni Zero del XXI secolo.Infatti, fu nel 2003 che l'empolese Marco Ristori sfornò un cortometraggio zombesco intitolato I mangiatori, il quale, circolato in diversi concorsi e rassegne specializzate, si svolgeva in un imprecisato futuro, con un gruppo di ragazzi impegnati a sterminare i terrestri, trasformati da una misteriosa epidemia in morti viventi affamati di carne umana.Ed è lo stesso Marco Ristori a firmare - affiancato questa volta da Luca Boni - quello che possiamo tranquillamente definire un reboot di quel riuscito short in versione lungometraggio, che ha suscitato perfino l'interesse del tedesco Uwe Boll, autore di House of the dead (2003) e In the name of the king (2007), il quale ha deciso di distribuirlo in dvd e blu-ray all'estero.Del resto, la trama rimane bene o male la medesima, con protagonisti i due cacciatori di salme ambulanti Igor e Alen che, rispettivamente interpretati da Alex Lucchesi e Guglielmo Favilla, partono alla ricerca di nuovi zombi-cavie per lo scienziato Gyno alias Claudio Marmugi, insieme al quale stanno tentando di dare una risposta al flagello che ha colpito l'umanità.
Leggi l'articolo completo: Eaters - RECENSIONE (Cinema)

Attenzione: Regole moderazione commenti nei topic degli articoli di Everyeye.it
Gli utenti sono liberi di esprimere la propria opinione sull''argomento di cui l''articolo tratta, sulla sua qualità, sui contenuti ed ovviamente sui voti assegnati.

Non saranno tuttavia tollerati in alcun modo i commenti che contengano insulti, critiche di scarsa professionalità, o i post che accusino il Network di essere in malafede, venduto e prezzolato. Anche la qualità dei commenti deve sempre tenere conto del rispetto per il lavoro dellaredazione. Critiche sì, insulti no.

Commenti di siffatta natura saranno immediatamente cancellati, e l''utente in questione sospeso per almeno una settimana.
Senza preavviso, senza invio di messaggi personali, e senza discussione alcuna da parte della moderazione o della redazione, che sarà intransigente a riguardo.

Richiesta di spiegazioni alla redazione
La redazione non darà ulteriori spiegazioni sui voti, ne entrerà in diatribe che coinvolgano il confronto tra voti dati a giochi diversi, dovesse anche essere lo stesso redattore ad averli dati.
Questo vale anche per le singole voci della pagella. Crediamo infatti che l''articolo pubblicato contenga tutte le informazioni sufficienti per comprendere i perché della valutazione assegnata. Siete liberi di non essere d''accordo e di farlo notare, ma noi non giustificheremo oltre le nostre scelte: basterà quanto scritto nell''articolo. Se dovessero emergere in ogni caso palesi mancanze, o errori grossolani, saremo sempre pronti a correggerli o integrare.

Il redattore potrà, se vorrà, intavolare una discussione con gli utenti che si dimostrino genuinamente interessati a parlare del gioco o dell''articolo, ma non è costretto in alcun modo a farlo. Saremo lieti di rispondere a domande sui vari argomenti, sempre compatibilmente con gli altri impegni del nostro lavoro. Non pretendete risposte alle domande, perché non sempre è possibile rispondere a tutti.


#2
shyguy

shyguy
  • Si dice IL Wii U -.-'

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10646
eaters gonna eat :sisi:

#3
kimaka

kimaka
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 962
mah secondo me i aspettavo un po' di piu',certo rispetto agli americani nn c'e' storia ma il coraggio Italiano meritava




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi