Vai al contenuto

Dibattito sul NucleareLa cassazione conferma: il referendum sul nucleare si svolgerà


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 2030 risposte

Sondaggio: Referendeye sul Nucleare (135 utenti che hanno votato)

Domanda secca e brutale: Nucleare in Italia sì o no?

  1. Votato (41 voti [30.37%])

    Percentuale di voti: 30.37%

  2. Votato No (94 voti [69.63%])

    Percentuale di voti: 69.63%

Voto Gli ospiti non possono votare

#1
Yuxuri

Yuxuri
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3290

domanda a chi ne capisce qualcosa (tipo Birdack che mi pare è un fisico):

in caso di fuga radiottiva dalla centrale nucleare di Fukushima, che conseguenze ci potrebbero essere per chi vive nelle vicinanze o per chi vive a Tokyo (300-400 km)?
Ci potrebbero essere seri problemi a livello di salute?


Le centrali nucleari non causeranno alcun danno (se non quello dovuto alla mancanza di energia qualora dovessero restare spente), ma stai tranquillo che nei prossimi mesi gli ambientalisti ne approfitteranno per dire un sacco di stronzate a riguardo :respect:

#2
Thoth Shoggoth

Thoth Shoggoth
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4221
Le centrali nucleari sono sicure...... Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii... a patto che non arrivi una guerra, un terrorista, un terremoto, uno tsunami..........................................



Suvvia, costruiamole anche noi, così non ci faremo mancare nulla :)

Modificata da Scannachiappolo, 11 March 2011 - 08:36 PM.


#3
Yuxuri

Yuxuri
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3290

Le centrali nucleari sono sicure...... Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii... a patto che non arrivi una guerra, un terrorista, un terremoto, uno tsunami..........................................



Suvvia, costruiamole anche noi, così non ci faremo mancare nulla :)



Infatti non è successo niente di grave e non succederà niente, ma vedo che stiamo già approfittandone (vedi anche titoli sui giornali) per fare propaganda anti-nucleare.

#4
XX-YY-ZZ

XX-YY-ZZ
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 27784
ma questo è abbastanza banale per un ingegnere

il nucleare è un problema per le scorie, per le guerre; non certo per i fenomeni naturali standard.

ah, e il Giappone pur essendo vittima del nucleare bellico è grande sostenitrice della stessa.

#5
*Dominion

*Dominion
  • ^_^

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4944

Tornando seri.... invece per me proprio questo tragico evento dovrà servire come cavallo di battaglia dei pro-nuke: un terremoto di magnitudo >8 e neanche un incidente grave di carattere nucleare; è la chiara prova che se vengono rispettate le norme di sicurezza possibilità d'incidenti non ce ne sono.



....all'estero U_U

#6
Vampirolol

Vampirolol
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13210
  • Utente Nr: 28900
  • Feedback Mercatino: Guarda | Lascia
  • 0938 9757 2949 1884
  • 5241-1893-8625
  • Vampiro

Ma dopo 20 e passa anni di propaganda capisco che sia difficile capirlo.

Propaganda di chi? (chiedo seriamente :P )


Chernobyl è stato un disastro, sono anch'io della tua opinione riguardo al fatto che sia difficilissimo che un errore del genere si ripeta, ma è stato comunque un disastro. Certo però, che se le centrali nelle vicinanze di Tokyo terranno duro (direi sicuramente), la fiducia nel nucleare dovrebbe salire :)

#7
Yuxuri

Yuxuri
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3290

Propaganda di chi? (chiedo seriamente :P )


Chernobyl è stato un disastro, sono anch'io della tua opinione riguardo al fatto che sia difficilissimo che un errore del genere si ripeta, ma è stato comunque un disastro. Certo però, che se le centrali nelle vicinanze di Tokyo terranno duro (direi sicuramente), la fiducia nel nucleare dovrebbe salire :)



Propaganda ambientalista e disinformazione.
Dopo Chernobyl sono uscite tante teorie fantasiose sul numero di vittime, su tumori, deformazioni, disastri nella zona, ecc.
Ci sono tanti libri, e rapporti, fatti da scienzati e non dagli ultimi arrivati, che analizzano la questione in maniera più oggettiva.
Non che non ci siano stati morti per via del disastro di Chernobyl, o tumori. Ma molte cose sono state pompate per fare scalpore ed infatti, come risultato, in Italia abbiamo rinunciato alle centrali nucleari.
Non approfondisco perché non ho i libri sotto mano e non posso riportare dati precisi al momento. Magari un giorno di questi apro un topic.

#8
Thoth Shoggoth

Thoth Shoggoth
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4221

Terremoto di magnitudo 8.9, catastrofe senza precedenti, e forse ci sarà solo un morto dovuto ad una centrale nuclare, cioè un operaio che è rimasto instrappolato in una sala controllo. Più uno sfigato che è inciampato e si è ferito.
C'è stata un'emergenza (come mai prima d'ora) e si sono prese tutte le misure di sicurezza. Mi pare normale, se c'erano delle centrali ad olio o a carbone ora stavamo qui a piangere qualche migliaio di operai morti+danni all'ambiente seri.
Pure ci fossero state fughe di radiazioni, fino a quale punto e per quale area? Per Chernobyl ci fu una reazione sproporzionata dell'opinione pubblica, danni minimi (oggi Chernobyl è una delle poche zone al mondo che pullulano di vita) e quei reattori erano fatti male, e l'incidente avvenne perché dei burocrati volevano giocare a fare gli scienziati pazzi. Ma dopo 20 e passa anni di propaganda capisco che sia difficile capirlo.
Non mi sembra quindi una cosa che possa accadere in Italia, o in qualsiasi altro paese civile.

La notizia di Repubblica sulla fuga di radiazioni ho il forte sospetto che sia falsa. Magari c'è anche stata quella dichiarazione, ma tutti i siti sul nucleare che stanno seguendo la situazione non riportano fughe, neanche piccole.
Vedi press release TEPCO e non solo: http://www.tepco.co....se/index-e.html


Per quanto riguarda le scorie, lo stoccaggio non è sto grande problema, ma penso che esuli un po' dal topic parlarne. In breve: ci sono ampi spazi di pianeta disabitati, le butti lì e passa la paura. Comunque compratevi un libro che non si intitoli "energia per l'astronave terra" oppure "come l'amore universale e i capelli lunghi daranno energia alla civiltà umana" e potrete approfondire quanto volete in materia di nucleare.

EDIT: ad esempio leggetevi Una Cura per la terra di Stewart Brand, un ecologista che per decenni si è battuto davvero contro il nucleare e che, adesso, ha cambiato idea e spiega perché (e parla anche d'altro). Magari è più facile il confronto.
Ce ne sono tanti altri comunque.



Non lo so, Wikipedia ha una idea diversa dalla tua circa il disastro di Chernobyl...

http://it.wikipedia....o_di_Černobyl'


il cui incubo tra l'altro è ben lontano dall'essere terminato, se non si sbrigano a realizzare il nuovo sarcofago (un altro regalo per le generazioni future).

#9
Yuxuri

Yuxuri
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3290

Non lo so, Wikipedia ha una idea diversa dalla tua circa il disastro di Chernobyl...

http://it.wikipedia....o_di_Černobyl'


il cui incubo tra l'altro è ben lontano dall'essere terminato, se non si sbrigano a realizzare il nuovo sarcofago (un altro regalo per le generazioni future).



Appunto un incubo. Cioè qualcosa di onirico e assolutamente non reale. :respect:
Non so se hai letto davvero la pagina di wikipedia. Partiamo dal fatto assodato che la catastrofe di Chernobyl è assolutamente irripetibile, per ragioni squisitamente tecniche (a meno che qualcuno non decida di costruire reattori così scarsi, cosa improbabile).

Persone:

Benché la situazione apparisse nell'immediato critica, la città di Pripjat' non venne evacuata immediatamente


Un reattore di [Censura] e l'URSS che non faceva andare via le persone per non far fare brutta figura al regime. Senza contare le centinaia di migliaia di "liquidatori", esposti alle radiazioni con materiali protettivi pessimi.

4000 tumori alla tiroide sono senza alcun dubbio da attribuirsi all'assunzione di iodio-131 [...] Ad oggi, sembra che il 99% dei casi diagnosticati nelle regioni interessate di Russia, Bielorussia e Ucraina siano stati curati con successo


Senza contare che, emh, le persone si ammalano di cancro anche normalmente.

secondo il rapporto del Cernobyl Forum[62] non c'è nessuna evidenza e neanche alcuna probabilità di osservare una riduzione della fertilità sia in individui maschi sia nelle femmine come risultato dell'esposizione alle radiazioni. È anche fortemente improbabile che così basse dosi di radiazioni possano comportare un aumento di aborti spontanei, complicazioni nelle gravidanza e nel parto o nella salute dei neonati


L'hai linkata tu la pagina, eh.

Rapporto ONU:
Totale mortalità certe + presunte:
65(certe) + 4.000 (presunte);
Periodo di tempo:1986-2081;
Cause: tutte


Se prendiamo il rapporto di greenpeace sono 6 milioni, ma davvero vogliamo prendere greenpeace come fonte neutrale per una qualsiasi questione ambientale, e soprattutto per questa questione? Un po' di rigore per favore.

Facciamo un paragone:
Diga di Banqiao:

Il bilancio secondo il dipartimento idrologico della provincia di Henan[4], declassificato da segreto di stato solo 30 anni dopo nel 2005, è di 26000 morti a causa dell'inondazione e di altri 145 000 morti nei giorni seguenti dovuti a epidemie e carestie. A questo bisogna inoltre aggiungere il crollo di circa 5 960 000 di edifici, e 11 milioni di sfollati.


Disastro di Bhopai (centrale a carbone):

Tra i 3800(accertati) e i 15000.


4000 morti per un disastro irripetibile sono pochissimi.

Ambiente:

Negli anni successivi, col calare del livello delle radiazioni, la situazione è tuttavia cambiata. Studi scientifici[31] così come documentari naturalistici[32][33] e articoli[34] mostrano come l'ecosistema si sia sostanzialmente ben ripreso e sia anzi diventato una vera e propria oasi ecologica. L'evacuazione della zona in un raggio di 30 km ha in effetti generato un rifugio unico per la fauna selvatica. La biodiversità in questa area è aumentata in seguito all'assenza di ogni attività umana. Molte specie di animali selvatici e uccelli che non erano mai state viste precedentemente sono ora riapparse nella zona di evacuazione.


Non questo grande disastro ambientale, vero?


In definitiva, stando anche solo alla pagina da te linkata, non c'è nessun motivo per escludere il nucleare tra le fonti di energia.
Tutto ha un rischio, anche chiudersi in casa e non fare niente. Il nucleare ci permette di avere tanta energia con rischi insignificanti.
È pulito, poco costoso, ci sono riserve per centinaia di anni (tra uranio e torio, e solo di quelle conosciute perché non c'è mai stata una ricerca vorace del materiale come per il petrolio).
Questi sono fatti, poi se ci voglioamo inventare le cose, come fanno tanti ambientalisti, perché ci piace pensare che possiamo tappezzare il deserto di pannelli solari, o costruire vagonate di pale sperando che il vento spiri sempre è un altro discorso.

Modificata da Yuxuri, 11 March 2011 - 11:44 PM.


#10
Darth Revan

Darth Revan
  • DIO

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 18641
addio al nucleare in italia porcozzzzio

#11
Thoth Shoggoth

Thoth Shoggoth
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4221

Appunto un incubo. Cioè qualcosa di onirico e assolutamente non reale. :respect:


Ok. Ammetto la mia ignoranza in materia. Vorrei sapere cosa rende le centrali di oggi totalmente sicure. Per sicure intendo dire: a prova di bomba, di terremoto, di negligenze costruttive, di manomissione. Lo sono?


EDIT: Tutto questo specialmente in Italia dove non riusciamo nemmeno a creare una discarica e fare funzionare un inceneritore. (In tutti i sensi)

Modificata da Scannachiappolo, 12 March 2011 - 12:51 AM.


#12
lisander

lisander
  • Non penso mai al futuro: arriva fin troppo presto

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati Everyeye
  • Messaggi: : 3945

Appunto un incubo. Cioè qualcosa di onirico e assolutamente non reale. :respect:
Non so se hai letto davvero la pagina di wikipedia. Partiamo dal fatto assodato che la catastrofe di Chernobyl è assolutamente irripetibile, per ragioni squisitamente tecniche (a meno che qualcuno non decida di costruire reattori così scarsi, cosa improbabile).

Persone:



Un reattore di [Censura] e l'URSS che non faceva andare via le persone per non far fare brutta figura al regime. Senza contare le centinaia di migliaia di "liquidatori", esposti alle radiazioni con materiali protettivi pessimi.



Senza contare che, emh, le persone si ammalano di cancro anche normalmente.



L'hai linkata tu la pagina, eh.



Se prendiamo il rapporto di greenpeace sono 6 milioni, ma davvero vogliamo prendere greenpeace come fonte neutrale per una qualsiasi questione ambientale, e soprattutto per questa questione? Un po' di rigore per favore.

Facciamo un paragone:
Diga di Banqiao:



Disastro di Bhopai (centrale a carbone):

Tra i 3800(accertati) e i 15000.


4000 morti per un disastro irripetibile sono pochissimi.

Ambiente:



Non questo grande disastro ambientale, vero?


In definitiva, stando anche solo alla pagina da te linkata, non c'è nessun motivo per escludere il nucleare tra le fonti di energia.
Tutto ha un rischio, anche chiudersi in casa e non fare niente. Il nucleare ci permette di avere tanta energia con rischi insignificanti.
È pulito, poco costoso, ci sono riserve per centinaia di anni (tra uranio e torio, e solo di quelle conosciute perché non c'è mai stata una ricerca vorace del materiale come per il petrolio).
Questi sono fatti, poi se ci voglioamo inventare le cose, come fanno tanti ambientalisti, perché ci piace pensare che possiamo tappezzare il deserto di pannelli solari, o costruire vagonate di pale sperando che il vento spiri sempre è un altro discorso.


Quando leggo stupidate cosi grosse mi ribolle il sangue, in Giappone c'è tato un terremoto che ha causato migliaia di vittime e ne causerà ancora a causa delle radiazioni fuoriuscite e tu vuoi convincerci che il nucleare è buono e bello quando invece è una fonte non rinnovabile ormai morta e fonte di morti.
Primo perchè l'uranio è in esaurimento.
Secondo, perchè le scorie ovunque le butterai causeranno radiazioni per migliaia di anni che possono essere trasportate da venti e correnti marine a migliaia di km., la Terra è un sistema chiuso.
terzo, perchè energia solare, eolica, marina etc. occupano meno spazio, anche grazie alle scorie, e rendono di più, questo è incontrovertibile. Dimmi che non è vero e te lo dimostro se non vuoi credere.
Quindi se proprio tipiacciono le centrali fai domanda a Paolo Romani(ex produttore della trasmissione "Colpo Grosso") per metterne una in giardino, ma non ci venire a raccontare stupidate perfavore.

Poi a Bophal non c'era una centrale a carbone, era una fabbrica di pesticidi della multinazionale Usa Union carbide che dopo l'esplosione causò migliaia di vittime. Ancora adesso i bambini nascono deformi e la gente muore molto prima e a tutt'oggi gli Usa si rifiutano di pagare i danni ambientali e alle persone. Quindi informati perfavore invece di scrivere cretinate. Grazie.


http://it.wikipedia....astro_di_Bhopal

Il disastro di Bhopal è avvenuto nel 1984 nella città indiana di Bhopal a causa della fuoriuscita di 40 tonnellate di isocianato di metile (MIC), dallo stabilimento della Union Carbide India Limited (UCIL), consociata della multinazionale americana Union Carbide specializzata nella produzione di pesticidi.[3]

La nube formatasi in seguito al rilascio di isocianato di metile, iniziato poco dopo la mezzanotte del 3 dicembre 1984, uccise in poco tempo 2.259 persone e avvelenò decine di migliaia di altre. Il governo del Madhya Pradesh ha confermato un totale di 3.787 morti direttamente correlate all'evento,[4] ma stime di agenzie governative arrivano a 15.000 vittime.[5] Un affidavit governativo del 2006 asserisce che l'incidente ha causato danni rilevabili a 558.125 persone, delle quali circa 3.900 risultano permanentemente invalidate a livello grave.[6] Viene comunque attribuita al governo la volontà di estendere a quante più persone possibili, anche minimamente coinvolte, gli aiuti previsti dagli accordi del 1989, al prezzo di trascurare in qualche misura le invalidità di grado maggiore.[6] Ancora nel 2006, nelle zone interessate dalla fuoriuscita del gas il tasso di morbilità è 2,4 volte più elevato che nelle altre adiacenti.[6]

Si ritiene che i prodotti chimici ancora presenti nel complesso abbandonato, in mancanza di misure di bonifica e contenimento, stiano continuando a inquinare l'area circostante.[7]

Ci sono diversi processi penali e civili ancora in corso, sia presso tribunali americani che indiani. Essi coinvolgono l'UCIL, lavoratori ed ex-lavoratori, la multinazionale Union Carbide stessa e Warren Anderson, il suo CEO al tempo del disastro, sul quale dal luglio 2009 pende un mandato di arresto emesso dalla giustizia indiana[7]

Nel giugno 2010 un tribunale di Bhopal ha emesso una sentenza di colpevolezza per omicidio colposo per grave negligenza nei confronti di otto ex-dirigenti indiani della UCIL (di cui uno già deceduto), tra i quali Keshub Mahindra, all'epoca presidente. La condanna, pari al massimo previsto di due anni di carcere e 100.000 rupie (circa 2000 dollari) di multa, è stata giudicata irrisoria dagli attivisti e dalla società civile. I condannati, scarcerati dietro una cauzione inferiore ai 500 dollari, hanno presentato appello.[8][9]

Modificata da lisander, 12 March 2011 - 01:25 AM.


#13
Hekel

Hekel
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2822

Quando leggo stupidate cosi grosse mi ribolle il sangue, in Giappone c'è tato un terremoto che ha causato migliaia di vittime e ne causerà ancora a causa delle radiazioni fuoriuscite e tu vuoi convincerci che il nucleare è buono e bello quando invece è una fonte non rinnovabile ormai morta e fonte di morti.
Primo perchè l'uranio è in esaurimento.
Secondo, perchè le scorie ovunque le butterai causeranno radiazioni per migliaia di anni che possono essere trasportate da venti e correnti marine a migliaia di km., la Terra è un sistema chiuso.
terzo, perchè energia solare, eolica, marina etc. occupano meno spazio, anche grazie alle scorie, e rendono di più, questo è incontrovertibile. Dimmi che non è vero e te lo dimostro se non vuoi credere.
Quindi se proprio tipiacciono le centrali fai domanda a Paolo Romani(ex produttore della trasmissione "Colpo Grosso") per metterne una in giardino, ma non ci venire a raccontare stupidate perfavore.

Poi a Bophal non c'era una centrale a carbone, era una fabbrica di pesticidi della multinazionale Usa Union carbide che dopo l'esplosione causò migliaia di vittime. Ancora adesso i bambini nascono deformi e la gente muore molto prima e a tutt'oggi gli Usa si rifiutano di pagare i danni ambientali e alle persone. Quindi informati perfavore invece di scrivere cretinate. Grazie.


http://it.wikipedia....astro_di_Bhopal

Il disastro di Bhopal è avvenuto nel 1984 nella città indiana di Bhopal a causa della fuoriuscita di 40 tonnellate di isocianato di metile (MIC), dallo stabilimento della Union Carbide India Limited (UCIL), consociata della multinazionale americana Union Carbide specializzata nella produzione di pesticidi.[3]

La nube formatasi in seguito al rilascio di isocianato di metile, iniziato poco dopo la mezzanotte del 3 dicembre 1984, uccise in poco tempo 2.259 persone e avvelenò decine di migliaia di altre. Il governo del Madhya Pradesh ha confermato un totale di 3.787 morti direttamente correlate all'evento,[4] ma stime di agenzie governative arrivano a 15.000 vittime.[5] Un affidavit governativo del 2006 asserisce che l'incidente ha causato danni rilevabili a 558.125 persone, delle quali circa 3.900 risultano permanentemente invalidate a livello grave.[6] Viene comunque attribuita al governo la volontà di estendere a quante più persone possibili, anche minimamente coinvolte, gli aiuti previsti dagli accordi del 1989, al prezzo di trascurare in qualche misura le invalidità di grado maggiore.[6] Ancora nel 2006, nelle zone interessate dalla fuoriuscita del gas il tasso di morbilità è 2,4 volte più elevato che nelle altre adiacenti.[6]

Si ritiene che i prodotti chimici ancora presenti nel complesso abbandonato, in mancanza di misure di bonifica e contenimento, stiano continuando a inquinare l'area circostante.[7]

Ci sono diversi processi penali e civili ancora in corso, sia presso tribunali americani che indiani. Essi coinvolgono l'UCIL, lavoratori ed ex-lavoratori, la multinazionale Union Carbide stessa e Warren Anderson, il suo CEO al tempo del disastro, sul quale dal luglio 2009 pende un mandato di arresto emesso dalla giustizia indiana[7]

Nel giugno 2010 un tribunale di Bhopal ha emesso una sentenza di colpevolezza per omicidio colposo per grave negligenza nei confronti di otto ex-dirigenti indiani della UCIL (di cui uno già deceduto), tra i quali Keshub Mahindra, all'epoca presidente. La condanna, pari al massimo previsto di due anni di carcere e 100.000 rupie (circa 2000 dollari) di multa, è stata giudicata irrisoria dagli attivisti e dalla società civile. I condannati, scarcerati dietro una cauzione inferiore ai 500 dollari, hanno presentato appello.[8][9]


Lisander,come al solito tu arrivi e pontifichi,sparando tsunami di stronzate che basterebbero per travolgere e disintegrare l'intera europa.

quella del Nucleare come energia morta soprattutto FONTE DI MORTE è la più grande troiata mai scritta da te(hai capito bene,supera anche quella del fluoro! :respect: )
visto che tu parli tanto di informazione alternativa,ma ti sei informato su quanti morti abbia causato VERAMENTE Chernobyl?
Chernobyl ha fatto praticamente danni 0,anzi,possiamo quasi dire che all'eco sistema di quella zona ha fatto "quasi" bene.

altri disastri "grossi" nella storia del nucleare non se ne ricordano.
vorrei inoltre ricordare che Chernobyl è stata causata da incompetenza,stupido spirito nazionalistico e strumentazione inadeguata...insomma,tutte caratteristiche tipiche dei regimi dittatoriali.

hai mai sentito parlare di danni in Francia?e in Svizzera?e in Giappone?
direi proprio di no,perchè quando le cose si fanno bene,non portano danni,anzi...

e poi,per l'amor del cielo,visto che vuoi far tanto il sapientone,smettila di leggere notizie in italiano!
tu leggi una marea di vaccate di giornalisti delle più disparate idee politiche(comunque spessissimo di sinistra)che prendono e "traducono"(o per meglio dire,reinterpretano e modificano)gli articoli originali inglesi a scopi politici.

vuoi una dimostrazione?
leggi 3 post sopra...

perchè mi spiace,se vuoi fare il sapientino devi anzitutto verificare le tue fonti,fidarsi ciecamente delle puttanate scritte da un giornalista fazioso senza neanche confrontarle con l'articolo originale è scorretto,oltre che da ignoranti.

Modificata da Hekel, 12 March 2011 - 01:45 AM.


#14
Mr. Black

Mr. Black
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 170

Lisander,come al solito tu arrivi e pontifichi,sparando tsunami di stronzate che basterebbero per travolgere e disintegrare l'intera europa.

quella del Nucleare come energia morta soprattutto FONTE DI MORTE è la più grande troiata mai scritta da te(hai capito bene,supera anche quella del fluoro! :respect: )
visto che tu parli tanto di informazione alternativa,ma ti sei informato su quanti morti abbia causato VERAMENTE Chernobyl?
Chernobyl ha fatto praticamente danni 0,anzi,possiamo quasi dire che all'eco sistema di quella zona ha fatto "quasi" bene.

altri disastri "grossi" nella storia del nucleare non se ne ricordano.
vorrei inoltre ricordare che Chernobyl è stata causata da incompetenza,stupido spirito nazionalistico e strumentazione inadeguata...insomma,tutte caratteristiche tipiche dei regimi dittatoriali.

hai mai sentito parlare di danni in Francia?e in Svizzera?e in Giappone?
direi proprio di no,perchè quando le cose si fanno bene,non portano danni,anzi...

e poi,per l'amor del cielo,visto che vuoi far tanto il sapientone,smettila di leggere notizie in italiano!
tu leggi una marea di vaccate di giornalisti delle più disparate idee politiche(comunque spessissimo di sinistra)che prendono e "traducono"(o per meglio dire,reinterpretano e modificano)gli articoli originali inglesi a scopi politici.

vuoi una dimostrazione?
leggi 3 post sopra...

perchè mi spiace,se vuoi fare il sapientino devi anzitutto verificare le tue fonti,fidarsi ciecamente delle puttanate scritte da un giornalista fazioso senza neanche confrontarle con l'articolo originale è scorretto,oltre che da ignoranti.

:ph34r:

Non saranno un pericolo le centrali in se (anche se catastrofi posson sempre esserci) ma ne sai qualcosa delle scorie radioattive ?
Chernobyl DANNI 0 ?? :ph34r:
Ha fatto quasi bene ?? :ph34r:

#15
cociorba

cociorba
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 10809

Secondo, perchè le scorie ovunque le butterai causeranno radiazioni per migliaia di anni che possono essere trasportate da venti e correnti marine a migliaia di km.


Certo, perchè le scorie le buttano alla caxxo nel mare o nei giardini pubblici :asd:
Esistono metodi e centri specializzati per smaltire le scorie radioattive, l'unico problema è che alcune scorie invece di venire stoccate diventano proiettili all'uranio impoverito, ma non mi pare sia giusto dare la colpa di cio' alle centrali.


Chernobyl ha fatto praticamente danni 0,anzi,possiamo quasi dire che all'eco sistema di quella zona ha fatto "quasi" bene.


Come è possibile? :ph34r:




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi