Vai al contenuto

[curiosita] Agevolazioni fiscali per i videogiochi in UKe il nostro governo cosa fa?

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 27 risposte

#1
MONNE FULL TIME

MONNE FULL TIME
  • Non c'è più posto per i "fanboys" siate obiettivi

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 34303
proprio un bel niente.. :ph34r: :applauso:

Il governo britannico è intenzionato a reintrodurre agevolazioni fiscali per l'industria videoludica fino ad un tetto di 30 milioni di sterline, secondo un articolo del Sunday Times.
Gli sgravi fiscali saranno introdotti il prossimo mese durante la discussione sul Budget del cancelliere George Osborne Il governante ha dichiarato di "considerare l'introduzione di agevolazioni fiscali per l'industria dei giochi e dei computer come una misura accattivante da mettere in bilancio per la crescita".
Le agevolazioni fiscali erano state confermate anche dal precedente governo laburista lo scorso anno, prima che Osborne e la sua coalizione di governo le cancellassero per problemi di bilancio lo scorso giugno.

#2
Sintoide

Sintoide
  • HardBlackEye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14871

proprio un bel niente.. :ph34r: :applauso:

Il governo britannico è intenzionato a reintrodurre agevolazioni fiscali per l'industria videoludica fino ad un tetto di 30 milioni di sterline, secondo un articolo del Sunday Times.
Gli sgravi fiscali saranno introdotti il prossimo mese durante la discussione sul Budget del cancelliere George Osborne Il governante ha dichiarato di "considerare l'introduzione di agevolazioni fiscali per l'industria dei giochi e dei computer come una misura accattivante da mettere in bilancio per la crescita".
Le agevolazioni fiscali erano state confermate anche dal precedente governo laburista lo scorso anno, prima che Osborne e la sua coalizione di governo le cancellassero per problemi di bilancio lo scorso giugno.


A parte che definirla come Xbox360 news mi sembra un po' pazzesco :asd: comunque mi pare ci siano settori dell'industria italiana decisamente più attivi di quella videoludica :asd: magari si potrebbe pensare a loro :asd:

Modificata da Sintoide, 21 February 2011 - 01:42 PM.


#3
Model3

Model3
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 3510
Guarda in passato ho avuto modo di parlarne con un par di politichetti (nessuno di particolare rilievo nazionale) nostrani. GLi facevo quel discorso e mi rispondeva che era giusto controllarli meglio e tassarli di più... O.o


In Italia in quanto a produzione siamo prossimi allo zero. Quindi gli incentivi non servirebbero a niente IMHO. Secondo me dovremmo prendere il modello Canadese che 10 anni fa non esisteva nel panorama videoludico mondiale e che oggi è il terzo polo produttivo al mondo.

Come hanno fatto? Semplice: agevolazioni a pioggia. Andavi da loro e non solo ti stendevano il tappeto rosso, ma per anni non pagavi un tubo e quando iniziavi pagavi poco.


Oggi come oggi in italia mettere 40 milioni di euro nel settore di sviluppo videoludico equivale a buttarli. Devi creare condizioni per far dire (esempio) a Epic Games "oh, porca paletta, hai visto quanto conviene andare a sviluppare in Italia? parti con le assunzioni!". Anche perchè abbiamo bisogno di SH che vengano qui per far fare apprendistato ai nostri. Se i giapponesi sono in crisi perchè non stanno al passo con le console attuali, pur essendo fra i migliori al mondo, figurati noi che Milestone a parte siamo indietro di 3-4 generazioni in quanto a sviluppo.



Ed è una cosa che non capisco proprio perchè non si faccia. E' pure un settore nuovo (per noi) quindi neppure ti scontri con privilegi di categoria particolari a cui pesteresti i piedi. Sarebbe una manovra quasi a costo zero, dici "vieni qui (con i vincoli di assunzione per personale italiano e la solita orba) e non paghi NIENTE per 5 anni. Che ci perdiamo? Il Niente che abbiamo adesso in mano? Ma tutto tace.

L'anno scorso il governo aveva incontrato l'aesvi, pareva dovesse succedere chissà che, e invece niente... bah

#4
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Amministratore
  • Messaggi: : 137264
sì in effetti considerando il nostro paese credo che ce ne sarebbero tanti di settori ben più bisognosi

Irvin & co non mi odiate per questo..

sposto in VGEye

#5
Matthia

Matthia
  • Shepard come James Kirk :)

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5668
Cioé, in Italia un gioco medio costa 65€ al day one ( rimanendo a tale prezzo per mesi e mesi ), mentre in UK costa sui 45€ massimo ( e subisce livellamenti verso il basso dopo poche settimane ). Considerando che in UK il rapporto guadagno / spesa è superiore a questo paese, è come se noi comprassimo in proporzione un gioco a 25-30€? Ma in Italia li tassano in una maniera assurda? Come mai?

Ad ogni modo con queste agevolazioni in UK sarà ancora più conveniente comprare giochi, e se prima dopo pochi mesi trovi i giochi a 21€ ( con tanto di spese di spedizioni ), adesso potranno pure migliorare, a questo punto la pirateria veramente servirebbe a poco

#6
DEVIL 2604

DEVIL 2604
  • Moderatore

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 28299
Il mercato dei videogiochi ha avuto una forte crescita negli ultimi anni.... basta guardare come anche le grandi catene di distribuzione hanno ampliato e "addobbato" parecchio gli spazi adibiti alla vendita (vedi mediaworld, Fnac ecc...).

In Uk l'hanno capito (e anche da un pò) e quindi si cerca di agevolare questo mercato e le varie industrie, che porta parecchi soldi e quindi più lavoro.

Qui da noi una manovra simile potrebbe incentivare lo sviluppo o la nascita di aziende, dato che in questo settore siamo davvero indietro... e creare un nuovo mercato che aumenterebbe il lavoro in generale.

Però figuriamoci se i nostri politici pensano a queste cose.... l'importante è spiare telefonate e infamarsi a vicenda :gad2:

#7
axydraul

axydraul
  • Qualquadra non cosa

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Amministratore
  • Messaggi: : 137264

Cioé, in Italia un gioco medio costa 65€ al day one ( rimanendo a tale prezzo per mesi e mesi ), mentre in UK costa sui 45€ massimo ( e subisce livellamenti verso il basso dopo poche settimane ). Considerando che in UK il rapporto guadagno / spesa è superiore a questo paese, è come se noi comprassimo in proporzione un gioco a 25-30€? Ma in Italia li tassano in una maniera assurda? Come mai?

Ad ogni modo con queste agevolazioni in UK sarà ancora più conveniente comprare giochi, e se prima dopo pochi mesi trovi i giochi a 21€ ( con tanto di spese di spedizioni ), adesso potranno pure migliorare, a questo punto la pirateria veramente servirebbe a poco


allora, intanto gli sgravi sono per chi produce VG, non per chi compra per cui il prezzo non c'entra assolutamente nulla
poi anche se fosse stato sui prezzi di acquisto valeva per chi sta in uk, non per chi ci compra per cui per noi nulla lo stesso

in terzo luogo il prezzo UK è così perchè quando sono stati stabiliti i prezzi della corrente generaizone il cambio sterlina-euro era molto diverso
a fine 2005 39 sterline erano 59,90 euro pari pari infatti, prezzo PAL ufficiale

#8
Matthia

Matthia
  • Shepard come James Kirk :)

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 5668

allora, intanto gli sgravi sono per chi produce VG, non per chi compra per cui il prezzo non c'entra assolutamente nulla
poi anche se fosse stato sui prezzi di acquisto valeva per chi sta in uk, non per chi ci compra per cui per noi nulla lo stesso

in terzo luogo il prezzo UK è così perchè quando sono stati stabiliti i prezzi della corrente generaizone il cambio sterlina-euro era molto diverso
a fine 2005 39 sterline erano 59,90 euro pari pari infatti, prezzo PAL ufficiale

Quindi dobbiamo ringrazie l'euro? Non posso mai pensare di poter ringraziare l'euro per aver affossato una civiltà come quella europea :)

#9
Winterfury

Winterfury
  • Allah al bar

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13721
sarebbe una strunzata inutile che non beneficerebbe nessuno, non ha senso, l'italia non è un forte produttore di VG. PUNTO.

#10
matumba

matumba
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 3368
Guardate che se per caso un governo, destra o sinistra che sia, se ne esce con un provvedimento tipo quello varato in uk, come minimo hanno contro: confindustria, confartigianato, metalmeccanici, cgl, uil, cisl opposizione e partito dei pensionati, al grido: "il governo pensa ai videogiochi!" . Mi ci gioco mani, piedi e palle.

#11
simone79

simone79
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1168

sarebbe una strunzata inutile che non beneficerebbe nessuno, non ha senso, l'italia non è un forte produttore di VG. PUNTO.

giusto in italia si hanno molti + problemi in altri settori

#12
Alanynter

Alanynter
  • Normal Eye Fan

  • StellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 256

Guardate che se per caso un governo, destra o sinistra che sia, se ne esce con un provvedimento tipo quello varato in uk, come minimo hanno contro: confindustria, confartigianato, metalmeccanici, cgl, uil, cisl opposizione e partito dei pensionati, al grido: "il governo pensa ai videogiochi!" . Mi ci gioco mani, piedi e palle.

Questo perche noi italiani siamo abbastanza stupidi e ipocriti, ci perdiamo dietro allle seghe mentali bah!....... <_<

#13
Zohar

Zohar
  • A world with no need for gods...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 14607
Qui non si investe se non nella fetta più deplorevole dell'ambiente videoludico.
Gli incentivi non servono perchè non c'è sviluppo, o almeno non c'è sviluppo degno d'esser considerato tale.
D'altronde "Facciamo le scarpe più belle del mondo..." [cit.], perchè incentivare lo sviluppo di prodotti sui quali nessuno investe e che il 90% della popolazione considera "il male supremo"/"roba da bambini".

#14
Model3

Model3
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 3510

sì in effetti considerando il nostro paese credo che ce ne sarebbero tanti di settori ben più bisognosi

Irvin & co non mi odiate per questo..

sposto in VGEye



Elenco prego. Anche perchè detta così lascia trapelare un pericoloso e non necessario statalismo.


Non si tratta di SOSTENERE il mercato videoludico, si tratta solo di capire che è roba che PRODUCE miliardi di dollari nel mondo. Si tratta di capire che il fatturato videoludico in Italia è stato in anni di crisi di 1,2 MILIARDI di euro, con tutto che abbiamo una scarsa cultura dell'intrattenimento e nel sottoinsieme dell'intrattenimento digitale e con tutto che non abbiamo praticamente nessuno che sviluppi giochi seri, grossi e di massa. Invece di BUTTARE una marea di soldi in vaccate tipo finanziare film fallimentari in partenza, teatri che frequentano sempre gli stessi 4 gatti in circolo, potremmo defiscalizzare completamente un settore che oggi sostanzialmente NON ABBIAMO. Questo vuol dire che lo Stato pagherebbe sostanzialmente NULLA, arriverebbero fior di software house a produrre qui, generando indotto, generando posti di lavoro, opportunità per le nostre microimprese videoludiche (quei tre gatti che abbiamo) importeremmo know how apprendendo da loro. Fatte con le dovute accortezze, potremmo arrivare fra 10 anni ad avere seri, grandi e solidi team di sviluppo in Italia e magari anche qualche brand rilevante, il tutto con prospettive di crescita spropositate del fatturato videoludico.


Eravamo un popolo di artisti. L'arte del nuovo millennio, se qualcuno non se ne fosse accorto, passa anche e soprattutto per il videogaming. Invece di campare sui fasti del passato sarebbe il caso di attivarsi per creare fasti da tramandare al futuro.

#15
AURONITA

AURONITA
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 1382
Io sapevo che in Italia ogni anno in finanziaria ci sono ricchi contributi per....udite udite...il circo! Ebbene sì quello con gli elefanti e le tigri!... Penso solo da noi e nei Paesi del Terzo mondo...




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi