Vai al contenuto

Vanishing on 7th Street (2011) [rece: 5]di Brad Anderson con Hayden Christensen, Thandie Newton


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 12 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 27417
Vanishing on 7th Street - RECENSIONE (Cinema)
Quando le tenebre uccidono, la luce è l'unica via di scampo"Non vi sarà più notte e non avranno più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno nei secoli dei secoli."
Libro dell'Apocalisse.

Ben si adattano questi apocalittici versi all'incipit narrativo di Vanishing on 7th street, ultimo film di Brad Anderson, già regista dell'ottimo L'uomo senza sonno e Transsiberian. Ennesima pellicola in cui la fine del mondo si abbatte inesorabilmente sull'America, aveva potenzialmente una trama originale da cui trarre un buon prodotto di genere dedicato agli appassionati dei thriller di tematica fantastica / paranormale, con un cast di tutto rispetto. Hayden Christensen, Thandie Newton, John Leguizamo e il giovane Jacob Latimore sono i quattro sperduti sopravvissuti che si muovono all'interno di questa trama tanto affascinante quanto confusa e lacunosa. Improvvisamente le ombre hanno cominciato a "risucchiare" i corpi delle persone, lasciando come segno della loro esistenza soltanto i vestiti e gli oggetti che queste avevano addosso prima di scomparire. Inoltre tutte le forme di comunicazioni elettrica, siano esse automobili, lampade collegate alla corrente, cellulari ed elettrodomestici hanno smesso improvvisamente di funzionare. La luce è l'unica salvezza, che impedisce alle tenebre di ghermire nuove vittime, ma anche la durata stessa delle ore di sole è inspiegabilmente diminuita, portando a notti quasi perenni. Quattro survivor si ritrovano all'interno di un bar, e, dopo le prime reticenze, cominciano a fidarsi l'uno dell'altro e a collaborare. Luke (Hayden Christensen) è un giornalista che ha perso la sua fidanzata, James (Jacob Latimore) è un ragazzino in attesa del ritorno di sua madre, Rosemary (Thandie Newton) è una dottoressa alla ricerca di suo figlio di solo nove mesi e Paul (John Leguizamo), proiezionista di un cinema, è scampato fortunosamente all'oscurità, rimanendo però gravemente ferito. Il locale è alimentato grazie a dei potenti generatori a benzina, ma ora le scorte stanno inesorabilmente finendo. Dove trovare la salvezza, nel bel mezzo del buio più assoluto?
Leggi l'articolo completo: Vanishing on 7th Street - RECENSIONE (Cinema)


#2
Zenmar

Zenmar
  • Male, malissimo.

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2123
Questa storia della luce fa molto Alan Wake. :asd:

#3
Il disperso

Il disperso
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 7

Questa storia della luce fa molto Alan Wake. :asd:

straquoto e vero assomiglia un tot a Alan Wake

#4
Alakhai Il Furbo

Alakhai Il Furbo
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1393
Peccato sembrava davvero interessante, chissa se faranno un seguito già programmato per chiarire tutto quello che è in sospeso.

#5
Thane Krios

Thane Krios
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2580
Qualcuno ha capito il senso di questo film? Perchè da quello che ho capito io, un senso non ce l'ha. :mellow:
L'ho trovato interessante inizialmente, ho atteso la fine per avere delle risposte, risposte che non hanno dato, insomma l'idea c'è, ma manca la sostanza. Cosa ne pensate?

#6
LoO

LoO
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 4667
Esatto, la narrazione non da alcuna motivazione e spiegazione per quello che è successo. Non si capisce neanche come andrà a finire per i "piccoli" sopravvissuti. Alcune, deboli allusioni ai cosidetti "tre giorni di buio" di tradizione cattolica ci sono stati, ma non troppo calcati. Non sei il primo che leggo essere perplesso. Lo sono pure io.

#7
Thane Krios

Thane Krios
  • One Eye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 2580

Esatto, la narrazione non da alcuna motivazione e spiegazione per quello che è successo. Non si capisce neanche come andrà a finire per i "piccoli" sopravvissuti. Alcune, deboli allusioni ai cosidetti "tre giorni di buio" di tradizione cattolica ci sono stati, ma non troppo calcati. Non sei il primo che leggo essere perplesso. Lo sono pure io.

Anche perchè i quesiti sono molteplici. Capisco il fascino del mistero, ma così è un film che non dice proprio niente, è incompleto.
Spoiler


#8
towermax

towermax
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 1
Va bene Ok! Ma avete mai giocato ad alone in the dark 5? Succede oppure no la stessa cosa alla melma nera quando gli si punta una luce contro? A me pensate aveva attirato per quello e perchè sono un fan dell' apocalittico.
Finito di vederlo ho fatto però un pò mente locale e mi sono accorto che è praticamente identico ad io sono leggenda con la differenza che in in questo film non sono creature in carne ed ossa ad avere paura della luce; poi soprattutto la fine! E ORA DEVO SPOILERARE.............ci sono due bambini invece di mamma e bambino. Ora......al di la del fatto che non si capisce come la bambina abbia fatto a sopravvivere con una torcia a pannelli solari che non c'è stato il sole per tre giorni; come ma dico come è possibile che due bambini restartino l'umanità da soli?? e metti che poi da grandi si detestano e non vogliano avere figli? e metti che li vogliano avere ma hanno 2 maschi/femmine e se hanno un maschio e una femmina questi dovrebbero coopulare tra di loro?....Ma ste ombreeeee che parlano alla fine che cacchio centrano? Se i tre protagonisti entrano a far parte delle ombre di sicuro le ombre o la gran parte non sono malvagie...Bah! Dite la vostra che io ho detto la mia.

#9
Guest_Gianfranco Ragusa TurismoeYe

Guest_Gianfranco Ragusa TurismoeYe
  • Gruppo: Ospiti
L'ho guardato ieri sera, mi attendevo un finale scoppiettante e invece niente di niente. Ma non esiste un seguito? Potrei scriverlo io. Ho già in mente diverse idee per proseguire il film.

#10
Covenant84

Covenant84
  • Eye Terminator

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 7517

L'ho guardato ieri sera, mi attendevo un finale scoppiettante e invece niente di niente. Ma non esiste un seguito? Potrei scriverlo io. Ho già in mente diverse idee per proseguire il film.

 

spara....



#11
Guest_Gianfranco Ragusa TurismoeYe

Guest_Gianfranco Ragusa TurismoeYe
  • Gruppo: Ospiti
Be dipende... per ora sto scrivendo un altro libro di fantascienza ma se non esiste altro seguito potrei partire da questo per un altro.

#12
Reppy

Reppy
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 6
Il perchè sono sopravvisuti, lo si capisce... almeno... per un paio di loro... (perchè quando c'è stato il black out erano vicini a fonti di lice autonome... almeno il tizio del cinema e la dottoressa che si stava accendendo una sigaretta in quel momento)

Ma per il resto... non ha molto senso. Un perchè potevano anche dirlo...

#13
Emme

Emme
  • Sir

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 1756

Ma perchè oggi c'è questa ricerca spasmodica del "perchè", perchè a tutto, volete una spiegazione di ogni dannata cosa. Ve li godreste di più i film senza farvi tutte queste domande inutili.

40 anni fa Carpenter non dava NESSUNA spiegazione su cosa realmente fosse "l'entità" Michael Myers, e non è un caso che Halloween sia ancora uno dei più grandi horror di sempre.






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi