Vai al contenuto

The Social Gaming - SPECIALE

- - - - -

  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 8 risposte

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 103623
The Social Gaming - SPECIALE
Un ortolano cambierà la nostra percezione dei videogiochiLike a Little è, almeno in potenza, il futuro dei social network: nasce ancora una volta nell'alveo dei campus statunitensi ed implica una serie di interazioni tra persone che non si conoscono o si conoscono poco con uno scopo ultimo, il corteggiamento. Una cosa a metà tra Facebook e i migliaia di siti d'appuntamento, un contenitore cybernetico di relazioni future. Si sceglie l'università frequentata, si seleziona il ragazzo/a dei propri desideri e si spulcia l'elenco proposto: come si suol dire, un appuntamento non lo si nega a nessuno...L'idea è venuta ad ex dipendenti di Microsoft e Google, colti da un intuizione semplice ma decisiva: non è necessario registrarsi, dal momento che ogni "inserzione" risulta anonima e appare su una bacheca specifica per ogni campus studentesco. Il limite risiede nel fatto che per avviare dei contatti più seri occorre proseguire il cyber-corteggiamento su altri lidi, ma la semplicità proposta da Like a Little non va sottovalutata.
Leggi l'articolo completo: The Social Gaming - SPECIALE (Multi)


#2
Fabioilpazzo

Fabioilpazzo
  • I quattro pards

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 8597
Rischio di essere un po' brutale, ma per me il 90% dei giochi fruibili tramite Facebook sono ignobili. L'unica cosa che li tiene in vita è proprio la loro simbiosi con il social network, ma presi singolarmente son robetta per la quale non varrebbe nemmeno la pena sprecare il proprio tempo. Se si cerca divertimento immediato, esistono centinaia di giochi in flash di sviluppatori indipendenti e dalla buona qualità, non c'è per forza bisogno di andare sul proprio social network preferito e fruire in maniera passiva della prima strupidaggine a tiro, solo perchè lo fanno tutti i tuoi amici. Quello non è gaming: il fatto che la stragrande maggioranza delle persone che usufruiscono di quei prodotti non abbia minimamente cognizione di causa riguardo i videogiochi glieli può far apprezzare, ma stabilire un paragone anche lontano con i prodotti attuali del mercato, per quanto pieni di difetti, è operazione assai pretestuosa.

#3
Il Foffo

Il Foffo
  • Better play DOTA

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 12070
E' giusto una settimana che giochicchio con CityVille....5 minuti (massimo) al giorno e stop, diciamo che la cosa che tiene in vita l'interesse e' il fatto poi di "sfottere" gli amici, quando ci incontriamo magari il sabato sera, con cose tipo: "maledetto/a, ti ho inviato dei rifornimenti e non mi hai manco ringraziato!"

Son cose che si fanno a tempo perso, neanche hai iniziato a giocarci che gia' hai finito di fare tutto, complice il sistema che si basa sul tempo richiesto per la ricezione di "beni" nel gioco etc.

Personalmente, poi, non ci spenderei mai soldi reali su giochi del genere, ci sono sempre gli oggettini stupidi che ti costano 2, 5, 10 euro, un po' di tempo fa ci fu la notizia di quella quarantenne che aveva speso piu' di 100 euro su FarmVille, pero' non le si puo' proprio imputare nulla: noi appassionati ogni mese arriviamo a spendere anche 150 euro in videogiochi, a seconda del periodo, lei invece magari in tutta la sua vita ha speso oslo quei 100 su FarmVille, sono realta' diverse eppur condividono molte cose tra di loro.

#4
Link-F

Link-F
  • Responsabile Editoriale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Web]Webmaster
  • Messaggi: : 13796
Posto che in linea di massima sono d'accordo con il buon Fabio, io su Facebook ci gioco. Solo a Frontierville, di tanto in tanto, oramai senza ossessioni.
Si tratta di un emulo spudorato di Harvest Moon, senza la componente esplorativa, ma devo dire che è lodevole l'impegno di Zynga nel proporre novità per tenere viva l'attenzione del giocatore, aggiungendo edifici, aree, personaggi, piccole storielle. Si tratta di un divertimento disimpegnato, occasionale, che per un genere come quello dei gestionali è decisamente opportuno, perchè si adatta a ritmi di fruizione molto particolari.
Devo dire che il giochetto in questione sfrutta anche l'appeal di un'ambientazione poco usata (quella del far west).
Ciò detto, trovo particolarmente deprecabile l'interrelazione con gli altri titoli di Zynga, la centralità delle microtransazioni, l'invasione della bacheca propria e altri. Fattori che possono essere abilmente disinnescati con un po' d'attenzione e qualche "Cheat" che forza il sistema ed evita di doverti pagare i materiali che ti servono (e, di nuovo, qui si nota tutta la testardaggine di chi coi videogiochi e le scappatoie è abituato a misurarsi da un po :D ).

Io personalmente penso che in ogni "ambiente" possano nascere buone cose, a livello videoludico. Perchè ogni ambiente ha le proprie specificità, e su quelle si deve puntare. Da qui a dire che in ogni ambiente può nascere tutto, e in ogni ambiente possono nascere eccellenze, di strada ne passa. Su Facebook, eccellenze, probabilmente non ce ne saranno mai, a livello videoludico. E certo i paragoni con i prodotti del nostro mercato (quello vero) sono un po' pretestuosi. Però io personalmente non vedo perchè su facebook non si dovrebbe giocare. Il gioco per me è una passione, e saperlo trovare ovunque, in varie gradazioni, discernendo anche il gioco utile da quello inutile, quello divertente da quello meccanico, mi rende abbastanza felice.

#5
NeonBlack

NeonBlack
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 635
Secondo me ci si ritrova a discutere solo per questioni di confini: se si vuole porre quelli del videogioco intorno al mercato "tradizionale" allora è difficile coinvolgere prodotti come questi. Se però si allarga il proprio orizzonte si può far rientrare anche titoli differenti, che spesso nascono come mezzo di intrattenimento più ampio, sociale, che hanno trovato nei social network il loro terreno fertile.

Per lavoro e per passione sto studiando molto proprio in direzione della gamification: perché non ritenerla un gioco? Se diverte che problema c'è?
Probabilmente ci ritroveremo sempre più a "giocare", anche in momenti e situazioni che non consideravamo tali.

#6
Il Foffo

Il Foffo
  • Better play DOTA

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 12070

Per lavoro e per passione sto studiando molto proprio in direzione della gamification: perché non ritenerla un gioco? Se diverte che problema c'è?
Probabilmente ci ritroveremo sempre più a "giocare", anche in momenti e situazioni che non consideravamo tali.


Dai un'occhiata all'applicazione per iphone chiamata "Epic Win", e' un organizer che ti elargisce punti esperienza per i compiti che svolgi :lol: Ovviamente inserisci tu gli impegni e decidi tu l'esperienza che guadagni, il genere di statistiche che vanno a potenziare determinati compiti, pero' e' "Interessante" come cosa :P

In tal senso, e' molto motivante nel far qualcosa di noioso :lol:

#7
Wild69

Wild69
  • The Untouchable

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 3509
Ma che brutta cosa giocare su facebook :fg:
Piuttosto se proprio devo gioco a qualche flash game su newgrounds, ma su facebook mai :fg:

#8
NeonBlack

NeonBlack
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 635

Dai un'occhiata all'applicazione per iphone chiamata "Epic Win", e' un organizer che ti elargisce punti esperienza per i compiti che svolgi :lol: Ovviamente inserisci tu gli impegni e decidi tu l'esperienza che guadagni, il genere di statistiche che vanno a potenziare determinati compiti, pero' e' "Interessante" come cosa :P

In tal senso, e' molto motivante nel far qualcosa di noioso :lol:

Lo conosco molto bene e lo sto usando sin dal lancio.
E' interessante vedere come verrà fatto evolvere il sistema visto che hanno già dichiarato che le monete accumulate durante le quest avranno un proprio scopo in futuro.

#9
vudux

vudux
  • old school gamer

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9776
personalmente non sono molto interessato ai giochi presenti sui social network, non frequento ne uso faccialibro. Cmq sia l'articolo è molto interessante e da degli spunti sugosi su quanto si stia allargando a macchia d'olio il concetto di videgame.

:applauso:




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi