Vai al contenuto

Sherlock Holmes - SPECIALE (Cinema)


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 6 risposte

#1
Cinematografo

Cinematografo
  • Eye Master

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 27451
Sherlock Holmes - SPECIALE (Cinema)
Intervista esclusiva a Diego Stocco.Immaginatevi di essere a Rovigo nei primi anni ottanta. Prima di cominciare a domandarvi cosa possa accostare la città del Veneto sud-orientale a Guy Ritchie e Conan Doyle dateci tempo di finire questa piccola introduzione. Dicevamo, siamo a Rovigo nei primi anni ottanta e in una casa della zona, un bambino di nome Diego Stocco, riceve in regalo una pianola dai suoi genitori, con la speranza di calmarlo un po'. Il primo passo all'interno del mondo della musica. Flash Forward.E' il 2010 e quel ragazzino di Rovigo vive ormai stabilmente in California, a Burbank, dove lavora come....Già, come? E' difficile racchiudere in una sola parola quello che il bambino ormai cresciuto fa per vivere: sound designer, compositore, inventore. Ognuna di queste occupazioni andrebbe bene, ma da sola non basterebbe. Perché Diego Stocco fa tutto questo e, molto spesso, allo stesso tempo. Un artista che riesce a tirare fuori la musica anche da un bonsai o da un microfono messo e mosso in mezzo a della sabbia è difficilmente inseribile all'interno di uno schema o di una categoria fissa. Ecco, forse abbiamo già adoperato la parola più giusta per descriverlo: artista. Se fossimo in un paese normale poi, i magazine dei vari telegiornali, nel momento in cui devono illustrare i successi dei giovani italiani che hanno avuto o stanno avendo successo, dedicherebbero attenzione a gente come lui, un figlio di un macellaio veneto finito a lavorare insieme ad uno dei più grandi compositori attualmente in circolazione, ovvero Hans Zimmer. E invece dobbiamo venire a sapere dal Tg2 che gli italiani da ammirare sono individui come John Elkann, individui di successo che a 28 anni sono già sposati e che a 34 occupano importanti posizioni dirigenziali all'interno del gruppo Fiat, omettendo però di sottolineare che quando sei il nipote di Gianni Agnelli magari la strada è un po' meno in salita. Terminata questa piccola digressione di costume, torniamo al nostro ospite Diego. Dipingere a parole quello che riesce a fare con le sue ricerche ed esperimenti musicali è piuttosto arduo. Non vogliamo fare degli inutili giri di parole per descrivere quello che può essere abbracciato appieno solo con le orecchie. Sarebbe alquanto arrogante da parte nostra e farebbe troppo "giornalista fighetto". Quindi, per farvi capire come e perché Hans Zimmer si sia interessato al lavoro di questo nostro connazionale, guardate questo video in cui lo vediamo alle prese con la costruzione (o distruzione? Il confine non è così netto) di un basso, che rinasce a nuova vita sotto forma di Experibass, una sorta di Transformer musicale che ha fortemente colpito l'autore degli score Black Rain, The Rock, Qualcosa è Cambiato e, più recentemente, L'Ultimo Samurai, il secondo e il terzo capitolo de I Pirati dei caraibi e Il Cavaliere Oscuro, composta insieme a James Newton Howard. Tanto da chiamarlo come solista per la colonna sonora di "Sherlock Holmes" di Guy Rithie. Come ha dichiarato lo stesso Zimmer al LA Times "Volevo sbarazzarmi della pomposità della grande orchestra, e scrivere solo per solisti (...) L'aspetto sempre presente nella nostra mente è che Sherlock Holmes è un violinista. Ma l'investigatore del film di Guy Ritchie è diverso dal solito: gioca con il caos, la moltitudine delle idee, le sinapsi che agiscono frenetiche. Cerco di suonare quello che passa nella mente di quest'uomo". Da semplici amanti della buona musica a digiuno pressochè totale di qualsiasi notazione tecnica in merito, possiamo affermare che il brano "Discombobulate" che introduce la pellicola di Mr. Rocknrolla rende perfettamente l'idea del turbinio mentale che alberga nella testa dello Sherlock Holmes interpretato da Robert Downey Jr. E se pensate che i battiti ritmici che sentite durante il pezzo siano ottenuti con delle banali percussioni siete fuori strada. Vedere per credere. Altrimenti a che servirebbe tutto il lavoro fatto da Diego Stocco al suo experibass? Prima di dare spazio all'intervista che Diego ci ha gentilemente concesso, con tutta la professionalità che contraddistingue molti nostri connazionali che si sono lasciati alle spalle certi modi di fare provinciali tipici della penisola, sappiate che il legame che unisce le sue attività professionali ed artistiche alle aree tematiche del network di Everyeye non si ferma solo all'ambito cinematografico. Se avete una console Wii e avete messo mano al First Person Shooter "The Conduit"  la persona che dovete ringraziare per l'ottima colonna sonora del titolo High Voltage è proprio il "qui presente" Diego Stocco.

Leggi l'articolo completo


#2
codenamev

codenamev
  • Uber-Boss e Pr Area Cinema

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 4065
eccovi una nuova intervista esclusiva di ogniokkio.it ^^

#3
LightMan

LightMan
  • 3Dfx|CGI

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Admin]Amministratore
  • Messaggi: : 21400
MI sono letto anche il suo articolo su WIRED è un grande faccio il tifo per lui!


#4
Link-F

Link-F
  • Responsabile Editoriale

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Web]Webmaster
  • Messaggi: : 13701
Everyeye rulla di brutto, brava la redazione di Movieye a beccare un sacco di interviste interessanti!!!!

E bravo Diego, che con l'accompagnamento di Sherlock ha tirato fuori, in pratica, un lavoro eccelso.

#5
codenamev

codenamev
  • Uber-Boss e Pr Area Cinema

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 4065

E bravo Diego, che con l'accompagnamento di Sherlock ha tirato fuori, in pratica, un lavoro eccelso.


Italians do it better! Solo che per fare "better" siamo costretti ad emigrare XD

#6
Guest_Benjamin StarkeYe

Guest_Benjamin StarkeYe
  • Gruppo: Ospiti
Che gran film questo! Sceneggiatura, storia, attori e colonna sonora. Un mix azzeccatissimo e piacevole. A mio parere, un trionfo per gli occhi e le orecchie...

#7
Vito302

Vito302
  • L'imperatore della carta stagnola

  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Everyeye.it Pro
  • Messaggi: : 1853

E bravo Diego, che con l'accompagnamento di Sherlock ha tirato fuori, in pratica, un lavoro eccelso.

Italians do it better! Solo che per fare "better" siamo costretti ad emigrare <img src='http://forum.everyeye.it/invision/public/style_emoticons/default/xd.gif' class='bbc_emoticon' alt='XD' /></span>


Ci vediamo a Los Angeles!




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi