Vai al contenuto

Welcome (2009) [rece: 7,5]di Philippe Lioret con Vincent Lindon, Firat Ayverdi


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Nessuna risposta in questa discussione

#1
The Newser

The Newser
  • EyeFicionados Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Newser Ufficiale
  • Messaggi: : 103672
Welcome - RECENSIONE (Cinema)
Il dramma personale e quello sociale si incontrano nel nuovo film di Philippe LioretCentinaia di migliaia sono, ogni anno, i migranti clandestini o irregolari che circolano in Europa. E' uno dei temi più caldi nelle aule di Strasburgo, così come in quelle nostrane. In Francia, gli immigrati clandestini che ogni anno varcano i confini transalpini sono spesso definiti, in maniera semplicistica, “sans-papiers”. Molti cercano di rifarsi una vita in loco, diversi invece tentano di raggiungere altre nazioni, soprattutto il Regno Unito. Gli irregolari vengono spesso trattati dalle autorità come un “problema”, non come delle persone, e l'indifferenza dell'uomo della strada nei confronti di questo tema non ha certo favorito la ricerca di una qualche soluzione, anzi.La vita -spesso disperata eppure piena di esperienze incredibili- che vivono tali abusivi è stata riportata in un film dal regista francese Philippe Lioret, che con Welcome ha strappato applausi sia alla critica sia al pubblico, prima nel suo paese d'origine (dove ha incassato più di dieci milioni di euro) che, successivamente, ai Festival di Berlino e Torino.
Leggi l'articolo completo





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi