Vai al contenuto

[CONTEST] Eyes On Me


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 3 risposte

#1
Kruger

Kruger
  • What are we, mimes? Pew! Pew! Ahahah .. !

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 1410
Ebbene gente, posate i vostri occhi su di me, su questo mio testo, e leggete.
Come alcuni di voi avranno già capito, andrò a parlarvi di una delle canzoni più emozionanti e coinvolgenti della storia videoludica dello scorso secolo.

La canzone porta il titolo "Eyes On Me", ed è una delle colonne sonore di Final Fantasy VIII, una delle migliori produzioni della prima console casalinga firmata Sony. Questo è uno dei giochi che ha scritto la mia infanzia. A volte, alcune cose ti segnano, e mi piace pensare che questa ottava Fantasia Finale abbia partecipato alla mia crescita.

Immagine inserita

Il logo di questa produzione già dice tutto, nell'abbraccio dei due protagonisti, Squall Leonhart, protagonista maschile, e Rinoa Heartilly, protagonista naturalmente femminile.

Le produzioni Square si sono sempre contraddistinte, vuoi per la loro trama, vuoi per la loro grafica sempre un passo avanti rispetto ai giochi loro contemporanei, e ovviamente, anche per quanto riguarda la scelta dell'accompagnamento musicale. Potrei parlarvi di quanto possano gasare le piccole composizioni riguardanti le battaglie, di come possa attirare l'attenzione in favore di un sentimento anche timoroso, magari minatorio (ma che nelle parole nasconde un nobile atto), quella che sembra quasi una marcia bellica, "Liberi Fatali", canzone d'accompagnamento per la parata della strega Edea, nella città di Deling, una delle più ricche del gioco, dove è possibile notare un'ambiente molto curato e, appunto, di alto rango; ma non lo farò, la mia scelta cade su altro.

La canzone di cui vado a parlarvi si posiziona in un momento del gioco molto particolare.
I nostri protagonisti, dopo una serie di vicessitudini che comprendono i primi due dischi e circa metà del terzo (il gioco si sviluppa su ben quattro cd), si ritrovano soli, nello spazio profondo, a navigare in balia dell'assenza di gravità, accompagnati solo dalle loro tute spaziali. Fortuna vuole, che nel mezzo del nulla, sospinti solo dal loro peso e da un piccolo sistema di propulsione incorporato nelle tute, si ritrovano di fronte ad una nave persa da una delle nazioni presenti nel gioco, la più grande e tecnologicamente avanzata: Esthar.

Siamo quindi entrati nel velivolo interstellare, e dopo un abbraccio restìo dato da Rinoa al nostro timido, impacciato e sopratutto freddo Squall, per celebrare la vita ritrovata che stava per essere persa nel gelo e nel buio spazio, i due avanzano contro i pericoli di questa astronave, dove forme di vita poco amichevoli hanno abitato questo luogo fino ad ora.

Affrontati tutti sino all'ultimo, dovranno trovare un modo per tornare a casa. E quale luogo migliore della sala comandi, per cercare di gestire quella bestia. Entrati in contatto con la Terra, quindi con Esthar, i due riescono a riattivare il mostro di metallo e, sotto comando della base ad azionare tutto il necessario per rimettersi in rotta verso casa, o per lo meno, verso il pianeta madre.

E qui, la nostra canzone, il nostro idillio, la nostra colonna portante di magici attimi, ha inizio:



I due iniziano a parlare. Nel corso della prima parte della chiacchierata, Squall si scioglie un po', rivelando il gelo della sua passata esistenza, del perchè nasconde i suoi sentimenti agli altri, e di come mai la compagnia non sia prorpio il suo forte. Squall è sempre stato solo dopo l'abbandono della sorella -abbandono forzato-, ed ogni sera sperava di poterla rivedere. Così, nella sua mente si faceva spazio l'immagine di un futuro solitario, di un futuro dove, se avesse avuto altre amicizie o altri rapporti più intimi, se si fosse legato con qualcuno in particolare, quel qualcuno sarebbe fuggito via, ferendolo nuovamente come fece la sorella -in realtà, Ellione era 'sorella' di tutti, nell'orfanotrofio- tempi addietro. Come biasimare un' anima ferita.
Mentre Rinoa esprime le sue paure per il futuro, rinnegandolo, dalla radio una voce metallica quanto umana pone ancora delle domande, sul chi e quanti fossero gli occupanti del Lagunarock (o Ragnarock per le versioni non Italiane). Dopo aver risposto, Squall viene a conoscenza di una scomoda verità. Rinoa, nel corso dell' ultima battaglia, era stata scelta per contenere l'anima ed i poteri di una strega molto potente; Rinoa questo lo sa, e lo sa anche la Terra. Così dalla radio la domanda "Rinoa? Rinoa la strega?" fa agitare non poco Squall, che chiede spiegazioni con lo sguardo verso la sua compagna di viaggio, non volendo ammettere quello che ha appena sentito. Rinoa rinnova le sue preoccupazioni, dicendo di non voler tornare indietro, e che è questo il presente che conta, e non il resto. E Squall, senza parlare, accompagnato dalla melodia in sottofondo delle fantastiche parole di Faye Wong, si inginocchia prima, prendendole la mano, per poi abbracciarla. E mentre Squall alza la testa, pensando a cosa potrà riservargli lo sbarco sulla Terra, lo schermo in dissolvenza diventa nero, e le note della nostra canzone terminano qui.

La canzone, posizionata in un momento molto romantico, sebbene in un contesto generale molto fantasy, è perfetta. Una canzone dolce, dalle parole soavi, accompagnate dall' angelica voce della bella Faye Wong. Mentre Rinoa guarda Squall, in sottofondo si possono sentire frasi come "Darling, so share with meYour love if you have enough,Your tears if your're holding back, Or pain if that's what it is ..." E, quando alla fine Squall alza lo sguardo al cielo, già immaginando cosa accadrà nel ritorno a terra, mai frase fu più adatta di "You are no dreamer".

La canzone, inoltre, è anche la colonna sonora della storia d'amore mai compiuta tra altri due personaggi, Laguna e Giulia. Giulia Heartilly suona il piano in un bar di Deling City, ed ogni sera, ad ascoltarla, c'è Laguna Loire, un soldato dell'esercito -You'd always be there in the corner of this tiny little bar-. Lui la guarda ogni sera, ma non riesce ad avvicinarla, perchè timoroso. Solo l'ultima di queste sere -my last night here for you?- Laguna trova il coraggio di parlarle (con non pochi problemi!), ma tra tutto l'imbarazzo del caso non riesce a dichiararsi. Laguna poi partirà per la guerra, e non farà più ritorno da Giulia, ma troveranno entrambi l'amore altrove: Giulia prenderà come marito un colonnello, il colonello Caraway, mentre Laguna avrà un figlio con Raine, che lo prenderà in cura dopo averlo raccolto mezzo morto .. Raine Leonhart. Così si incroceranno diversi destini, che faranno da cardini per la storia del gioco, sebbene a volte in maniera piuttosto oscura.

Cosa suscita in me invece questa canzone? Le stesse cose, altrimenti non l'avrei descritta con tali aggettivi. Insomma, è la colonna sonora di una storia d'amore, di una dichiarazione. Forse ognuno di noi vorrebbe dire parole del genere, o sentirsele dire. Non posso spiegarvi a parole cosa provo quando ascolto questa canzone. E' particolare. La canzone trasmette davvero l'amore del suo testo, tanto che, come per l'amore, è impossibile da spiegare.



A voi il testo, per poter accompagnare la soave voce di Faye Wong alle parole, e la traduzione, per poterne gustare la dolcezza anche nella versione italiana.

Eyes On Me

Whenever sang my songs
On the stage, on my own
Whenever said my words
Wishing they would be heard
I saw you smiling at me
Was it real or just my fantasy
You'd always be there in the corner
Of this tiny little bar

My last night here for you
Same old songs, just once more
My last night here with you?
Maybe yes, maybe no
I kind of liked it your way
How you shyly placed your eyes on me

Oh, did you ever know?
That I had mine on you

Darling, so there you are
With that look on your face
As if you're never hurt
As if you're never down
Shall I be the one for you
Who pinches you softly but sure
If frown is shown then
I will know that you are no dreamer

So let me come to you
Close as I wanted to be
Close enough for me
To feel your heart beating fast
And stay there as I whisper

How I loved your peaceful eyes on me
did you ever know
That I had mine on you

Darling, so share with me
Your love if you have enough
Your tears if your're holding back
Or pain if that's what it is
How can I let you know
I'm more than the dress and the voice
Just reach me out then
You will know that you're not dreaming

Darling, so there you are
With that look on your face
As if you're never hurt
As if you're never down
Shall I be the one for you
Who pinches you softly but sure
If frown is shown then
I will know that you are no dreamer 


Occhi Su Di Me

Ogni volta che cantavo una canzone
Sul palco, da sola
Ogni volta che dicevo le mie parole
Sperando che esse venissero sentite
Ti vedevo sorridermi
Era tutto vero o era solo una mia fantasia?
Eri sempre lì nell’angolo
Di questo piccolo bar

La mia ultima serata qui per te
Le stesse vecchie canzoni, solo per una volta ancora
La mia ultima serata qui per te?
Forse sì, forse no
Mi piace il modo
In cui hai messo timidamente i tuoi occhi su di me

Oh, l’avevi sempre saputo
Che io avevo messo i miei su di te?

Caro, e così eccoti
Con quello sguardo in faccia
Come se non ti fossi mai fatto male
Come se non ti fossi mai sentito giù di morale
Potrei essere la ragazza giusta per te
Che ti stringe dolcemente ma con sicurezza
Se avrai una espressione corrucciata allora
Saprò che non sei un sognatore

E allora fammi venire da te
Vicino come ho sempre desiderato
Vicino abbastanza per me
Per sentire il tuo cuore battere velocemente
E rimanere lì quando sussurro

Quanto ho amato i tuoi tranquilli occhi su di me
L’hai mai saputo
Che io avevo i miei su di te?

Caro, allora dividi con me
Il tuo amore, se ne hai abbastanza
Le tue lacrime, se le stai trattenendo
O il dolore se è quello che è 
Come posso fare per farti capire che
Sono più dell’abito e della voce
Allunga la tua mano allora verso di me
Scoprirai che non stai sognando

Caro, e così eccoti
Con quello sguardo in faccia
Come se non ti fossi mai fatto male
Come se non ti fossi mai sentito giù di morale
Potrei essere la ragazza giusta per te
Che ti stringe dolcemente ma con sicurezza
Se avrai una espressione corrucciata allora
Saprò che non sei un sognatore.







Antonello/Kruger.

#2
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855
ottimo contributo ^_^

#3
*Leon*

*Leon*
  • Surprise yourself!

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 31446
Grande scelta!

#4
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855
up per salvataggio da pruning




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi