Vai al contenuto

come ottenere la licenza dei giochi di nicchia giapponesicoi pareri di XSeed, Atlus e GaijinWorks


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 14 risposte

#1
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14720
Non è un articolo, quello di Gamasutra, che si focalizza sui jrpg, ma parla in generale dei giochi di nicchia che vengono sfornati mensilmente dal giappone (i quali contano ovviamente anche i jrpg) e che vengono licenziati da publisher americani quali (i soliti) xseed, atlus, nisa e per il futuro anche GaijinWorks.

L'ho spulciato velocemente ma sembra raccontare cosa assolutamente interessanti.

http://www.gamasutra...japan_niche.php

#2
xizro345

xizro345
  • Limit Attack - Burning Strike

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 21203
Vic Ireland piu' sta lontano dalle licenze meglio e'.

#3
Winterfury

Winterfury
  • Allah al bar

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13720
GaijinWorks è attiva dal 2006, che hanno fatto?

#4
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14720
letta, molto interessante.

Xseed: "Throwing a lot of money" at Japanese developers is not as successful a strategy as cultivating mutually beneficial relationships with them, explains Berry. "We aim for long-term, multi-title deals," he says, "which is why some developers bring us their games even before they show them to other publishers."
Bè, è una cosa che succede un po' ovunque e nel caso di Xseed credo sia il caso di Lunar.
Con NamcoBnadai Xseed è partita con Retro Game Challenge (che però non ha avuto successo da quel che ricordo) per finire con Fragile. Magari questa è proprio la via che approderà nei Tales.

Atlus: Bringing these games to the U.S. has always "required a great deal of effort to market and localize them for North America," he explains. "But with globalization continuing to bring cultures closer together... expectations from North American gamers are higher than ever before that quality products from overseas will make the trip over."
"So now, more publishers are exploring some of the terrific games released in Japan that would have previously never come to the States."

Le 2 colture staranno anche per avvicinarsi, ma i retailers come la pensano? Nisa ha dovuto bypassare i negozi con Badman per via della sfiducia generale. In altri casi la distribuzione è col contagoccie...xseed è stata chiara più volte su questa cosa.

Vic Ireland parla dei "lavori" interni al codice del gioco che i publisher occidentali necessitano durante la fase di localizzazione:
We like to do all the text and audio changes here," he says, "which provides a much faster turnaround time than if we have to send it back to Japan to update, which could take a week or two for each tweak. If we do it ourselves, it takes an afternoon. The result is a game with a much higher sheen because you've been able to try and incorporate and test many more options to get the game to play and look and feel great."
Indi per cui la sua filosofia non è cambiata a distanza di tutti questi anni e Ireland preferisce fare tutto da solo piuttosto che coinvolgere il team di sviluppo originale ma perdere tempo (e il tempo per Vic è sempre stato il suo punto forte tongue.gif )

Parla anche dei costi, in linea generale:
"For an A or B+ title -- not an AAA title -- it can go anywhere from $100,000 to as high as $800,000 depending on the game," he reports. "That's the minimum guarantee. If the title is a hit, you could wind up paying an additional two to four million dollars in royalties."
"But if you're doing the developer's first game, if they are a small company, if they are hungry to license, then the cost could be less * . And there are different kinds of deals -- revenue-sharing or upfront deals; there are a million ways to slice it. It really depends on your negotiating skills."

*
Credo sia il caso di Idea factory, compagnia che ha dimostrato una certa smania per il mercato occidentale, tanto da vendere le sue licenze a publisher europei (come Nobilis per SpectralForceGenesis e Ghostlight per Agarest) e altre case assai minori in america.

It also depends on how much the developer trusts the licensee and whether this is the first time they are working together or it is an old relationship. Or the relationship could be with another company that is close to the licensor.
Sempre IF e il caso di smacco inflittogli da NISA.

"What satisfies the developers is good communication and constant teamwork -- not just on localizing the title but also on how it's marketed. You have to run everything by them, get all the approvals down, and generally just try to keep them happy."
Non so, mi viene da pensare a Falcom, che pare essere una compagnia assai ritrosa.

Inoltre Berry di XSeed prevede che in futuro i team giapponesi possano usare il digital delivery per distribuire direttamente i loro giochi in giro per il mondo, saltaldo publisher occidentali.


Insomma, la comunicazione e le relazioni interpersonali sono tutto, come sempre. Oppure basta puntare sulle piccole compagnie in cerca di successo e si spende poco. Vada come vada, gli sviluppatori giapponesi occorre trattarli come amanti e fare in modo che sia soddisfatti. Mi chiedo allora quale siano i rapporti tra NISA e Gust ninja.gif


Inoltre la discussione a riguardo su Neogaf a portato ad altri interventi di Vic Ireland, quindi può essere una simpatica appendice all'articolo.
http://neogaf.net/fo...ad.php?t=367502

#5
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14720
CITAZIONE(xizro345 @ Jul 8 2009, 06:02 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Vic Ireland piu' sta lontano dalle licenze meglio e'.

e non pare essere cambiato xd.gif
comunque credo che entro fine anno qualcosa venga annunciato dal suo studio.

#6
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14720
CITAZIONE(Winterfury @ Jul 8 2009, 08:01 AM) <{POST_SNAPBACK}>
GaijinWorks è attiva dal 2006, che hanno fatto?

a quanto pare ha costruito i rapporti per legarsi agli sviluppatori giapponesi. Inoltre MiamiLaw e altri 2 presunti giochi che nessuno sa cosa siano.

#7
xizro345

xizro345
  • Limit Attack - Burning Strike

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 21203
CITAZIONE(sonuccio @ Jul 9 2009, 02:36 AM) <{POST_SNAPBACK}>
e non pare essere cambiato xd.gif
comunque credo che entro fine anno qualcosa venga annunciato dal suo studio.


Da quello che ho visto l'arroganza e' rimasta uguale (chi si ricorda i suoi commenti tronfi sul fatto di essere orgoglioso di non sapere il giapponese?).

#8
Magnvs

Magnvs
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 555
Grazie per aver linkato l'articolo, è stata una lettura istruttiva ^^

Devo dire di esser rimasto abbastanza colpito dalle cifre citate da Ireland, se le stime che fa sono accurate (ed in ogni caso penso che i rapporti fra NiSA e Gust siano regolati in modo diverso, così come tutti gli accordi multi-game, ad esempio quelli Gung-Ho\Xseed) vien davvero da chiedersi come certi titoli localizzati da Atlus USA, Aksys o NiSA possano aver anche solo coperto i costi delle licenze. Certo, in questo contesto non conoscere i dati di vendita della maggior parte dei jrpg low budget sul suolo americano non aiuta a farsi un quadro preciso.

Non ho capito esattamente il senso della critica di Ireland ad Atlus nel thread di GAF, invece. Che abbia un po' il dente avvelenato lo si era capito da tempo (ad esempio con l'uscita relativa alla Limited di Growlanser HoW), but still...



#9
xizro345

xizro345
  • Limit Attack - Burning Strike

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 21203
CITAZIONE(Magnvs @ Jul 11 2009, 05:37 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Non ho capito esattamente il senso della critica di Ireland ad Atlus nel thread di GAF, invece. Che abbia un po' il dente avvelenato lo si era capito da tempo (ad esempio con l'uscita relativa alla Limited di Growlanser HoW), but still...


Credo semplicemente non possa accettare che qualcuno sia meglio di lui...

#10
Magnvs

Magnvs
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 555
CITAZIONE(xizro345 @ Jul 11 2009, 05:39 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Credo semplicemente non possa accettare che qualcuno sia meglio di lui...

Per quanto Ireland possa richiamare la simpatia di chi gongolava sulle edizioni di Working Design (ritardi e scelte di localizzazione opinabili a parte), anch'io credo che ci sia una certa componente di ostilità personale nelle sue uscite relative ad Atlus USA, a maggior ragione da quando il programma "Atlus Spoils" si è intensificato.

Detto questo, sono curioso di vedere cosa combinerà Gaijinworks dopo Miami Law, titolo che ha avuto una genesi particolarissima e che, come tale, non fa testo in merito al futuro della nuova società di Ireland.

Modificata da Magnvs, 11 July 2009 - 05:00 PM.


#11
Winterfury

Winterfury
  • Allah al bar

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13720
CITAZIONE(sonuccio @ Jul 9 2009, 02:29 AM) <{POST_SNAPBACK}>
"What satisfies the developers is good communication and constant teamwork -- not just on localizing the title but also on how it's marketed. You have to run everything by them, get all the approvals down, and generally just try to keep them happy."
Non so, mi viene da pensare a Falcom, che pare essere una compagnia assai ritrosa.

Inoltre Berry di XSeed prevede che in futuro i team giapponesi possano usare il digital delivery per distribuire direttamente i loro giochi in giro per il mondo, saltaldo publisher occidentali.


ma sarà vero che potranno fare a meno dei localizzatori occidentali?

Mangagamer è una piccolissima compagnia che importa visual novels negli stati uniti, ebbene, si affida esclusivamente al digital delivery per distribuire i suoi prodotti (siamo proprio nell'ULTRAnicchia).
Al massimo anche chi importerà JRPG in occidente utilizzerà soluzioni simili, ma io vedo molto MOLTO difficile che piccoli studi come GUST si mettano a localizzare per conto proprio...

Modificata da Winterfury, 11 July 2009 - 05:08 PM.


#12
sonuccio

sonuccio
  • all we can do is keep breathing

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: [Mod]Moderatore
  • Messaggi: : 14720
Vic ha un ego smisurato tongue.gif
del resto solo una persona del genere avrebbe potuto fondare una compagnia come WD 20 anni fa.

fortuna che fa "i rapporti sono tutto" e poi spara frecciate ad Atlus su forum xd.gif

#13
Rasengan

Rasengan
  • Kira il Dio del Nuovo Mondo

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 9449
CITAZIONE(sonuccio @ Jul 9 2009, 02:29 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Inoltre Berry di XSeed prevede che in futuro i team giapponesi possano usare il digital delivery per distribuire direttamente i loro giochi in giro per il mondo, saltaldo publisher occidentali.


A me può stare bene, però l'importante è che nei titoli ci sia la lingua inglese...Se li mettono in jap anche del DD allora siamo punto e accapo.

#14
reriel

reriel
  • "Ok, then"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 17554
up

#15
reriel

reriel
  • "Ok, then"

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Collaboratore Forumeye
  • Messaggi: : 17554

altro up






Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi