Vai al contenuto

La musica odierna fa schifoRivoglio i bei vecchi tempi


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 34 risposte

#1
ahestetic

ahestetic
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 74
Premesso che non lo credo assolutamente, anzi; perché oggi c'è una varietà che vent'anni fa ci si sognava, ma non solo. Per tutti i gusti, per tutte le orecchie, con migliaia di gruppi da scoprire su siti come MySpace e centinaia di generi diversi su cui sognare.

Voi come la pensate? Solitamente su certi forum si odia la musica contemporanea perché non ne si conosce altro che la patina -la quale tra l'altro c'è sempre stata anche in passato- senza approfondire e restando ancorati ai soliti gruppi metal o ai dinosauri dei tempi che furono. Così volevo sapere che ne pensate voi.

#2
Mysterious_Ways

Mysterious_Ways
  • Nick storico: Mysterious Ways

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 23200
Io ne penso che ascolto sempre e solo quello che mi piace fregandomene della sua collocazione culturale-geografica-politica o che altro ne so io, e di musica che mi piace ne trovo in qualsiasi periodo storico.

Il resto, per me, sono solo parole al vento.

#3
ahestetic

ahestetic
  • Little Eye Fan

  • Stelletta
  • Gruppo: Utente
  • Messaggi: : 74
.. e credo che, alla fine, sia il modo migliore di approcciarsi alla musica. I discorsi si stava meglio quando si stava peggio sono noiosi, tutti ricordano solo il bello del passato e non il brutto. Ogni decennio ha del buono, del cattivo, è sempre stato così.

#4
cancelled_self_2012

cancelled_self_2012
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 9881
penso he i canali di distribuzione facciano schifo non la musica.
Proprio nel rock e metal siamo in uno dei periodi più floridi degli ultimi 20 anni capeggiati da nordeuropa/germania da una parte e USA dall'altra (forse un pochino più vari questi ultimi) e anche in italia pian piano la gente si sta stufando della solita roba proposta per radio.

Per fare un esempio lo stesso metal estremo che non riesco ad ascoltare manco sotto tortura, è comunque un tentativo di proporre qualcosa di diverso.

Peraltro è molto difficile per chi è legato al passato accettare i cambiamenti che si sono verificati nella musica moderna, ma con un piccolo sforzo si può davvero scoprire un mondo nuovo in vari stili.

Tralaltro contestualizzati nel periodo in cui ci troviamo sono anhe interessanti guardando da che musica veniamo, penso che possiamo permetterci quasi di essere ottimisti per il futuro.

Tuttavia in italia lo zoccolo duro di radio, MTV etc sta resistendo in ogni modo.

Modificata da lucifero, 22 January 2009 - 10:35 AM.


#5
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855
si ovviaemente è una frase banale e non veritiera.
La musica buona c'è ora come un tempo, i canali distributivi son sempre gli stessi. La differenza è che una volta era più facile riscontrare interesse per certa musica anche nei canali di massa (il concerto tributo a demtrio stratos venne trasmesso dalla rai, non ce lo scordiamo, oggi sarebbe impossibile)...

#6
cancelled_self_2012

cancelled_self_2012
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 9881
beh un tempo esistevano i talent scout che giravano per locali a vedere live, un tempo si cercava un prodotto musicale.

Oggi non più >.> i canali distributivi in compenso riescono a fare il bello e il cattivo tempo.

#7
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855

beh un tempo esistevano i talent scout che giravano per locali a vedere live, un tempo si cercava un prodotto musicale.

Oggi non più >.> i canali distributivi in compenso riescono a fare il bello e il cattivo tempo.

oggi non succede più perchè i canali per farsi conoscere sono 1000 volte di più, quindi non c'è da rimpiangere il talent scout che esce e va a alle serate live perchè ora può fare tutto comodamente dal suo ufficio.

il problema vero è che si è livellato tutto verso il basso: gente che non sa suonare si compra un microfono da 15 euro lo attacca al pc e crede di poter fare un demo, non si accorge che suona di [Censura] ed ha pure il coraggio di mandarlo a qualcuno per farlo sentire. Quindi il discografico è sommerso da demo e deve beccare il gruppo talentuoso in mezzo a migliaia di ragazzini con una squire che pensano di aver fatto il discone...

Ma la quantità e la qualità dei gruppi "seri" non è certo diminuita...

#8
Mysterious_Ways

Mysterious_Ways
  • Nick storico: Mysterious Ways

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 23200
Grim, però secondo me il tuo discorso è un po' limitativo, perchè magari c'è gente che le idee le ha pure, ma può permettersi solo una squier e a malapena un demo registrato in casa... come la vedi?

#9
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855

Grim, però secondo me il tuo discorso è un po' limitativo, perchè magari c'è gente che le idee le ha pure, ma può permettersi solo una squier e a malapena un demo registrato in casa... come la vedi?

che cmq suonerà di [Censura] :D
poi non ci prendiamo in giro: registrare un demo semiprofessionale in uno studio non è che costa migliaia di euro...volendo, si può fare benissimo per una cifra contenuta.

#10
Clash

Clash
  • Strong Eye Fan

  • StellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 743

oggi non succede più perchè i canali per farsi conoscere sono 1000 volte di più, quindi non c'è da rimpiangere il talent scout che esce e va a alle serate live perchè ora può fare tutto comodamente dal suo ufficio.

il problema vero è che si è livellato tutto verso il basso: gente che non sa suonare si compra un microfono da 15 euro lo attacca al pc e crede di poter fare un demo, non si accorge che suona di [Censura] ed ha pure il coraggio di mandarlo a qualcuno per farlo sentire. Quindi il discografico è sommerso da demo e deve beccare il gruppo talentuoso in mezzo a migliaia di ragazzini con una squire che pensano di aver fatto il discone...

Ma la quantità e la qualità dei gruppi "seri" non è certo diminuita...

sicuro?
io vedo l'esatto contrario, ossia case discografiche che creano gruppi musicali privi di talento e tralasciano chi veramente fa/prova a fare musica

#11
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855

sicuro?
io vedo l'esatto contrario, ossia case discografiche che creano gruppi musicali privi di talento e tralasciano chi veramente fa/prova a fare musica

guarda, è una cosa che mi ha detto il direttore di una famosa rivista musicale italiana in un'intervista che gli ho fatto...lui diceva addirittura che era deleteria come cosa anche perchè a forza di sentire musica mediocre ti si abbassano gli standard qualitativi.

#12
Stein

Stein
  • tagomagoeye

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 40064
vabbe' ovviamente e' una affermazione (parlo del titolo del topic) che non sta ne in cielo ne in terra, ogni epoca ha i suoi meriti e i suoi demeriti e generalmente chi fa affermazioni del genere e' qualcuno che non ha molta voglia di approfondire...

#13
cancelled_self_2012

cancelled_self_2012
  • Eye Supreme

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Bannati
  • Messaggi: : 9881

oggi non succede più perchè i canali per farsi conoscere sono 1000 volte di più, quindi non c'è da rimpiangere il talent scout che esce e va a alle serate live perchè ora può fare tutto comodamente dal suo ufficio.

il problema vero è che si è livellato tutto verso il basso: gente che non sa suonare si compra un microfono da 15 euro lo attacca al pc e crede di poter fare un demo, non si accorge che suona di [Censura] ed ha pure il coraggio di mandarlo a qualcuno per farlo sentire. Quindi il discografico è sommerso da demo e deve beccare il gruppo talentuoso in mezzo a migliaia di ragazzini con una squire che pensano di aver fatto il discone...

Ma la quantità e la qualità dei gruppi "seri" non è certo diminuita...

anche no....
Chi investe soldi (se vuoi qua potrei esser più specifico :) ) pur senza idee e senza saper suonare può presentare pezzi solidi professionali e credibili....peccato che non sappiano suonarli ne comporne altri.

Il problema che produrre un gruppo nell'era in cui una radio da sola può decidere il successo o meno di un gruppo a prescindere dal contenuto, quelli che vanno avanti sono scelti per estetica, parentele e amicizie almeno nel 90% dei casi.

Per il resto conosco gente che ha strumentazione da 4 soldi e suona da paura live.......ma ricordati che non è compito di un musicista intendersi di registrazioni, semmai deve saper registrare/suonare la sua parte e comporla.

Nella distribuzione non c'è più musica ne arte ma immagine e marketing.

P.S:tale direttore alzi le chiappe dal suo comodo ufficio e si informi....scoprirà che c'è un mondo pieno di gruppi che valgono e con un minimo di informazione li trovi....ma non dalle demo di certo, quelle le puoi usare per una prima grossolana selezione guardando i contenuti e non la forma...quello che ti ha detto è solo una scusa per dar colpa ad altri.
Prova ad informarti anche dalle altre "campane" ovvero se conosci qualche musicista avviato o nell'ambiente chiedigli come funziona.

Modificata da lucifero, 22 January 2009 - 01:51 PM.


#14
Grim Reaper

Grim Reaper
  • ...and watch the weather change...

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 13855

Il problema che produrre un gruppo nell'era in cui una radio da sola può decidere il successo o meno di un gruppo a prescindere dal contenuto, quelli che vanno avanti sono scelti per estetica, parentele e amicizie almeno nel 90% dei casi.

beh, e che sarebbe un problema solo di oggi?

P.S:tale direttore alzi le chiappe dal suo comodo ufficio e si informi....scoprirà che c'è un mondo pieno di gruppi che valgono e con un minimo di informazione li trovi....ma non dalle demo di certo, quelle le puoi usare per una prima grossolana selezione guardando i contenuti e non la forma...quello che ti ha detto è solo una scusa per dar colpa ad altri.
Prova ad informarti anche dalle altre "campane" ovvero se conosci qualche musicista avviato o nell'ambiente chiedigli come funziona.


no ma che scusa...è una persona che ne sa parecchio, e l'intervista era "doppia", a lui e ad un musicista che ha venduto qualche milioncino di copie...

#15
Mysterious_Ways

Mysterious_Ways
  • Nick storico: Mysterious Ways

  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • Gruppo: Utente Pro
  • Messaggi: : 23200

che cmq suonerà di [Censura] :D
poi non ci prendiamo in giro: registrare un demo semiprofessionale in uno studio non è che costa migliaia di euro...volendo, si può fare benissimo per una cifra contenuta.

Siamo d'accordo che suoni di merdà, ma non volevo il tuo parere su questo :D

ti chiedevo se secondo te un musicista che può permettersi solo un demo che suoni male registrato con una squier dovrebbe avere meno chance di uno che si può permettere di registrare un demo ad Abbey Road con in mano una stratocaster del '73 o giù di lì :D




Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi